Clima teso nel Movimento Cinque Stelle? Mangiacavallo: "Curreri chiarisca il suo ruolo"

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di AgrigentoNotizie

Nel dibattito politico locale saccense interviene il deputato regionale del M5S Matteo Mangiacavallo. “Spero che il virgolettato attribuito ad Alessandro Curreri da alcune testate locali venga smentito prima possibile dallo stesso consigliere comunale - afferma il deputato saccense - perché sarebbero affermazioni, a tratti, gravi, offensive e soprattutto gratuite. Specie quelle che cavalcano la malafede di chi indica un inesistente conflitto di interessi. Chi ha rappresentato le proposte del M5S di Sciacca nelle sedi opportune lo ha fatto per mandato dell’Assemblea degli attivisti di Sciacca".

“Assemblea  - continua Mangiacavallo - che si riunisce ogni settimana a PORTE APERTE per discutere insieme delle problematiche locali e per indicare soluzioni e delineare la linea politica del gruppo. Assemblea che ha determinato le vittorie elettorali alle elezioni regionali e nazionali, che riconosce i portavoce eletti Matteo Mangiacavallo e Rino Marinello, e alla quale Alessandro Curreri non partecipa da tempo, dal tempo in cui ha deciso, in maniera indipendente ed arbitraria, una linea morbida, spesso affine, nei confronti dell’attuale amministrazione comunale". "Dunque l’assemblea esiste e aperta al confronto - conclude Matteo Mangiacavallo -È scorretto non partecipare alle riunioni, e poi attaccare sui social o attraverso gli organi di stampa". 

Curreri, eletto nel M5S, chiarisca qual è il suo ruolo e la sua posizione politica, a tutt’oggi molto ambigua. Gli elettori del M5S a Sciacca non ci hanno scelti per fare maggioranza ma per essere minoranza, anche se propositiva e costruttiva, come siamo sempre stati. Le proposte non sono mai mancate anche se l’amministrazione comunale le ha sempre disattese. E anche le iniziative importanti che stiamo portando avanti in questi giorni sono la testimonianza del gran lavoro che stiamo portando avanti. Le polemiche le lasciamo agli altri”. 

Torna su
AgrigentoNotizie è in caricamento