Consiglio comunale, Malluzzo: "Ho rischiato d'essere aggredito fisicamente dal sindaco"

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di AgrigentoNotizie

Ciò che è accaduto nella seduta del Consiglio Comunale di ieri è stato uno “spettacolo” orrendo e triste: sono stati posti in essere atteggiamenti che hanno minato e messo - in seria discussione - il concetto di libertà di pensiero e tutto ciò che discende dalla civiltà democratica che appartiene alla storia della nostra nazione e che dovrebbe far prevalere il dibattito ed il confronto sano, senza offese verbali e senza tentavi di utilizzo della forza. Dico questo perché ieri, in Consiglio Comunale, durante la seduta pubblica, stavo per essere aggredito fisicamente dal Sindaco Stefano Castellino durante l’intervento, che tenevo in aula, circa la questione della elezione di sua cognata a Presidente del consorzio acquedottistico “Tre Sorgenti” (discussione tra l’altro richiamata dallo stesso sindaco senza che fosse inserita tra i punti all’ODG); parimenti rispondevo pubblicamente (chiedendo contezza pubblica, che non mi è stata data) sulle pesanti accuse, per altro false, diffamatorie, calunniose, oltre che offese verbali, che mi sono state rivolte sempre dallo stesso. 

L’esporre i pensieri in maniera libera, democratica e privi di ogni offesa, non dovrebbe portare a simili gesti, ad atteggiamenti lontani da ciò che dovrebbe essere il dibattito ed il confronto. Sarò sempre contrario all’utilizzo - anche ipotetico - della violenza fisica e verbale, perché non dovrebbe appartenere ad esseri umani razionali e dotati di coscienza: non dovrebbe appartenere a nessuno!

Spero che questo fatto, che stava per sfociare in cose molto più serie, e simili gesti non accadano mai più né nella storia della nostra Città, nè in Consiglio Comunale, né in tutte le altre realtà e che non costituiscano precedenti pericolosi: la libertà (nella sua accezione più ampia) deve vincere sui limiti, il dibattito ed il sano confronto sulle offese, la civiltà democratica sulle violenze fisiche e verbali. Io, comunque, non mi faccio intimorire da nessuno, vado avanti consapevole di svolgere il mio dovere ed il mio mandato di Consigliere Comunale, avendo come faro di riferimento le leggi, la Costituzione, i cittadini e la Città tutta.

IL CONSIGLIERE COMUNALE

Salvatore Malluzzo 

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
AgrigentoNotizie è in caricamento