Di Rosa (Mani Libere): "I parcheggi nella Valle tornino al Comune"

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di AgrigentoNotizie

“Milioni di euro si perdono dagli introiti dei parcheggi nella Valle e dalla riscossione della Tassa di stazionamento, si cercano gli scheletri in casa di altri e nel frattempo si perdono occasione di lavoro per gli Agrigentini”
Ne parliamo da anni(sappiamo di dare fastidio a chi cerca di arricchirsi alle spalle degli agrigentini), tutti a parlare dei parcheggi ed a cercare il responsabile dell'abbandono del parcheggio “Cugno Vela” dedicato ai pullman(l'Amministrazione uscente invece di correre ai ripari come ha preferito fare con tutte le strutture comunali ha preferito esternalizzare la gestione con proprio atto,) nessuno dice che gli stessi parcheggi(tutti quelli all'interno del parco) li avrebbe potuti gestire il comune con introiti milionari e che l'amministrazione in carica ha rinunciato a farlo(a parere nostro per permettere come sempre lo sfruttamento da parte del privato di beni pubblici produttivi resi per volontà politica improduttivi) concedendo al Parco la possibilità di assegnarli con regolare gara ad una ditta privata.

In piena campagna elettorale 2015 avevamo già lanciato l'idea che il Comune provvedesse, attraverso la creazione di cooperative di terzo settore a dare un lavoro dignitoso e duraturo ad almeno 30 giovani, ma nulla è stato fatto. Oggi le condizioni della struttura sono peggiorate a dismisura e gli introiti persi sono cresciuti enormemente, dato che il parcheggio di Cugno Vela versa ancora in stato di totale abbandono nonostante il Consiglio comunale si fosse espresso diversamente, chiedendo la gestione diretta. uno dei primi punti(problemi) che dovrà affrontare la nuova amministrazione(nella riorganizzazione del comparto turistico) che ci vedrà al fianco del sindaco vincente, dovrà essere l’immediata acquisizione di tutti i parcheggi all’interno del parco e del tessuto viario cittadino, creare i presupposti per gestire i parcheggi con cooperativa di terzo settore che possa anche avere la gestione e la riscossione della tassa di stazionamento che di fatto dovrà essere aumentata e messa a regime, l’aumento della tassa di stazionamento potrebbe essere propedeutica all'eventuale abbattimento o annullamento per almeno un triennio della tassa di soggiorno che di fatto colpisce i nostri albergatori che non hanno più potuto sostenere i prezzi concorrenziali offerti da altre realtà turistico ricettive alberghiere.

Di fatto la tassa di soggiorno penalizza il turista che vuole soggiornare ad Agrigento e tutto l’indotto turistico ricettivo, mentre la tassa di stazionamento la paga il turista che viene ad Agrigento con le gite organizzate da altre realtà alberghiere spesso da fuori provincia che sfruttano il Brand “Valle Dei Templi” a parer loro. Queste iniziative produrranno un indotto lavorativo con cooperative di terzo settore che vedranno l’impiego costante di almeno 40 giovani agrigentini che non lasceranno la nostra città o che potranno tornarci avendo una base stipendiale che gli possa permettere di crearsi e sostenere una famiglia.  

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
AgrigentoNotizie è in caricamento