Legalizzazione della Cannabis, Italia viva: "Sosteniamo la battaglia di Michele Sodano"

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di AgrigentoNotizie

Coraggiosa battaglia parlamentare del deputato del nostro collegio Michele Sodano, la regolamentazione e legalizzazione della cannabis è un tema di grande rilevanza sociale ed economica, affrontato ancora con superficialità e ipocrisia da alcuni schieramenti politici che non hanno voglia di studiare i dati. Legalizzare la cannabis, come hanno già fatto l'America di Joe Biden e il Canada, significa combattere le mafie, sostituire al mercato nero un sistema produttivo regolamentato che porta nelle casse dello Stato 10 miliardi di euro all'anno.

Questa è una battaglia per la legalità, non riconoscere infatti l’esistenza di un fenomeno e mantenere il proibizionismo significa sfuggire dalla questione e favorire la criminalità organizzata che oggi detiene il monopolio della cannabis. 

Le mafie mettono sulla piazza un prodotto avvelenato, tagliato con altre sostanze, pericoloso per chi ne fa uso. La lotta alla droga oggi produce effetti esigui, l’80% dei sequestri è di cannabis e soltanto il 20% riguarda le droghe pesanti e veramente dannose come Cocaina, Eroina e metanfetamine.

Perchè non osservare quello che sta succedendo negli Stati Uniti dove il neopresidente Joe Biden, come suo primo atto, sta depenalizzando la Cannabis a livello federale. Basta infatti guardare la realtà del Colorado per comprendere l’importanza di questa battaglia e i suoi risvolti positivi, i dati ci dicono che le entrate seguite alla regolamentazione coprono ora circa il 3% delle entrate statali annuali di 30 miliardi di dollari, i proventi della Cannabis vengono investite in istruzione e sanità. Il turismo nel Colorado è aumentato del 50% e l’uso della cannabis nelle scuole superiori è sceso del 15%. 

Noi giovani di Italia viva riconosciamo il valore della proposta di Sodano, al di là appartenenze, e ci schieriamo apertamente al suo fianco, sperando che Italia Viva dia un ulteriore prova di intelligenza e modernità affrontando la questione e facendone un proprio cavallo di battaglia. 

Torna su
AgrigentoNotizie è in caricamento