Modifica dei confini tra Agrigento, Favara e Aragona, Di Rosa: "Abbiamo scritto la storia"

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di AgrigentoNotizie

La storia si scrive quando si è fatto qualcosa per scriverla”

“Noi abbiamo scritto la storia”

Stasera l’assemblea Regionale ha reso Legge l’accordo sancito il 13 Dicembre del 2012, partorito assieme ai tecnici e dirigenti dell’urbanistica dei Comuni di Agrigento e Favara per la ridefinizione dei Confini tra le Città di Agrigento, Favara ed Aragona, concepito a conclusione di un iter che si arenava da 40 anni circa per problemi più o meno politici, “orgoglioso del lavoro svolto dalla VI° commissione consiliare permanente che mi sono onorato di presiedere e composta oltre che dal sottoscritto dai consiglieri Picone, Cicero, Amato e Vaccarello che con spirito di servizio è riuscita in pochissimo tempo e non senza qualche problema atavico superato per la grande voglia di “fare” e non di “dire” di tutti i componenti che assieme alla commissione speciale del comune di Favara Presieduta dai consiglieri Fallea e Palumbo e formata da altrettanti consiglieri che hanno capito la gravità della situazione si sono rimboccati le maniche quando su proposta dello scrivente si è iniziato ad affrontare un problema che sembrava non dover trovare la sua soluzione, adesso possiamo gridare tutti ciò che io vi dissi quella fatidica prima riunione congiunta al castello di Favara, ABBIAMO SCRITTO LA STORIA”(questo è quanto dichiara Giuseppe DI ROSA).

Sembra lontano ma non lo è la data della sottoscrizione dell’accordo politico “storico” tra i tre comuni di Agrigento, Aragona e Favara, nell’aula consiliare “Sollano” si era sancito ciò che oggi è stato approvato con apposita Legge Regionale, nessuno si “innalzi a grande protagonista” del risultato storico sancito quel 13 dicembre 2012, seppure va detto ad onor del vero che TUTTI hanno cercato e cercheranno di averne visibilità politica gratuita, cerchino lor signori di portare a termine uno dei tantissimi problemi che affliggono questa martoriata terra, cerchino di lavorare per ciò per cui sono stati votati dalla città, non cerchino solo visibilità senza riconoscere il lavoro svolto da chi ha fatto il proprio dovere fino infondo.

Un accenno di grazie al Consiglio attuale per avere votato un accordo politico di carattere sociale del precedente consiglio con responsabilità e per avere capito che il lavoro fatto andava proseguito e concluso……

Non possiamo fare grandi cose nella vita, ma possiamo fare piccole cose con grande amore.(Madre Teresa)

Torna su
AgrigentoNotizie è in caricamento