Di Nolfo (FI): "Incoerente proibire gli spari e poi organizzare i fuochi d'artificio"

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di AgrigentoNotizie

"Che gli spari, da qualunque mano essi provengano, siano banditi da tutte le città e quindi vietati anche Agrigento, come segno e testimonianza di civiltà".

Così la vice coordinatrice regionale dei Giovani di Forza Italia,  Lilly Di Nolfo, afferma a seguito di quanto disposto dal sindaco di Agrigento, Calogero Firetto, che, vietando comunque i botti indiscriminati in città, ha organizzato i giochi pirotecnici durante la notte di San Silvestro. "Si tratta - sottolinea Di Nolfo - di una plateale incoerenza e contraddizione. Se i botti, a parte il discutibile gradimento da parte dei cittadini, danneggiano i nostri amici animali domestici e selvatici, non vi sono spari di serie A e spari di serie B. Si annullano e basta. Ripeto: è un segno di civiltà che la nostra Agrigento, all'alba dei 2600 anni dalla sua fondazione, avrebbe dovuto cogliere". 

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
AgrigentoNotizie è in caricamento