Canicattì, Giuseppe Castelnuovo: "Spero che il sindaco decida a riprendere gli impianti idrici"

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di AgrigentoNotizie

Noi speriamo che il sindaco incominci ad avviare le procedure della legge regionale sull'acqua pubblica approvata il 10 Agosto 2015 dall'Assemblea Regionale Siciliana . I sindaci avranno la possibilità, entro 90 giorni dalla pubblicazione della stessa, di riprendersi gli impianti che attualmente gestisce l'Ato " Girgenti Acque " e che applichino l'art. 10 che assicura l'erogazione giornaliera per l'alimentazione e l'igiene umana, considerata diritto umano e il quantitativo minimo vitale garantito, pari a 50 litri a persona, che non può essere sospesa neppure in caso di morosità per i soggetti di cui all'art. 4, comma 12 ; tra l'altro, ci sono disservizi continui che lamentano i cittadini, denunciando che la fornitura dell'acqua avviene ogni 8/12 giorni, in più ricevono bollette da capogiro, permettendosi, il gestore sopra citato, di sospendere la fornitura ai cittadini morosi e meno abbienti. Spero vivamente che da ora in avanti tutto questo non succeda più , perché l'acqua è un bene comune, non soggetto a mercificazione .

Torna su
AgrigentoNotizie è in caricamento