Aragona, chiusura della mostra di Peppe Butera

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di AgrigentoNotizie

Si è conclusa domenica, la mostra "Terre del Principe" del maestro Peppe Butera, inaugurata venerdì 30 agosto a Palazzo dei Principi Naselli in Aragona (Ag).

La personale ha offerto un riuscito mix tra un'antologica dell'artista per la presenza di alcune sue opere precedenti (tra le quali "Numero uno", definita dal pittore stesso la sua prima opera), e i lavori realizzati espressamente per questa nuova occasione, utilizzando come sottofondo delle tele, proprio le terre delle contrade di Aragona, da cui il titolo dell'esposizione.

L'evento, inserito nell'ambito delle iniziative culturali organizzate dal Comune ospitante, è stato magistralmente reso possibile per lo spassionato impegno profuso dall'intera Amministrazione Comunale Aragonese, con in testa il Sindaco Salvatore Parello, specificatamente coadiuvato, per l'organizzazione della Mostra, dall'Assessore al Turismo Giuseppe Attardo e dal Segretario Generale dell'Ente, Michele Iacono.

L'esposizione di Butera ha registrato, fin dalla sua inaugurazione, un lusinghiero successo di critica, (si ricorda l'esaustivo intervento del critico internazionale, Prof. Nuccio Mula) e soprattutto di pubblico , con la presenza tra i numerosi altri, di esponenti della cultura e dell'arte, di diverse personalità locali e non, come lo scrittore e giornalista del Tg5 Gaetano Savatteri, il Sindaco di Agrigento, Marco Zambuto e il Sindaco di Comitini, Felice Raneri, nonché di amici e ammiratori dell'artista provenienti da ogni parte d'Italia.

L'evento si è sviluppato, per Peppe Butera, con un susseguirsi di successi a cominciare dalla consegna a sorpresa, durante l'inaugurazione, di due importanti riconoscimenti: il PREMIO INTERNAZIONALE "DEMETRA" PER LE ARTI VISIVE, uno dei più prestigiosi attestati in ambito artistico, che non veniva più assegnato dal 2009, a firma del Prof. Alfredo Prado, Direttore dell'Accademia di Belle Arti "Michelangelo" di Agrigento e la nomina ad "ACCADEMICO D'ONORE NELLA CLASSE DELLE ARTI", con la motivazione di "PITTORE DI ECLETTICO E SUBLIME TALENTO - STRAORDINARIO PROTAGONISTA DELL'ARTE CONTEMPORANEA ITALIANA E INTERNAZIONALE", conferita dall'Accademia Internazionale degli Empedoclei.

La serata inaugurale ha poi avuto come sottofondo audio finale, la riproduzione della ballata dedicata alla romanzesca vita del pittore di Comitini, dal gruppo musicale licatese "Quelked Cesare" del cantautore Cesare Lo Leggio, pubblicata nella loro raccolta "Bella Terra" ed intitolata appunto "PeppeButera", caratterizzata da un suggestivo refrain onomatopeico.

Durante la settimana, all'interno della Mostra, hanno avuto luogo la presentazione del libro "Il volo di Fifina" di Domenico Salamone (Dario Flaccovio Editore), il concerto per chitarra e voce di Fabrizio Graceffa e Alessandra Micheletti e, altresì, l'incontro con una delegazione ufficiale della città di La Louvière, gemellata con Aragona, facente parte del circondario di Mons, prossima capitale della cultura europea, nel 2015: in detta occasione il maestro, d'intesa con il Comune di Aragona, ha donato alla municipalità belga, nelle mani dei due Assessori presenti, un suo quadro dedicato ai colori della Sicilia che, per dichiarazione dei delegati ospiti, sarà permanentemente esposto nell'Hotel de Ville di La Louvière. Aragona e La Louvière, come rappresentato nel corso della successiva conferenza stampa, hanno voluto considerare l'opera omaggiata dal Butera quale miglior prologo delle diverse iniziative in itinere, taluna delle quali coinvolgenti Aragona (e per suo tramite e intendimento l'intero circondario dell'agrigentino), nell'ambito delle manifestazioni per gli eventi dell'anno 2015.

A suggellare la riuscita dell'esposizione e la passerella di autorevoli personaggi, nella giornata conclusiva, si è avuto il cordiale incontro dell'artista, con l'Assessore Regionale al Territorio e Ambiente, l'agrigentina Mariella Lo Bello, accompagnata dal già deputato regionale e Sindaco di Naro, Dott.ssa Maria Grazia Brandara. L'Assessore, nell'ammirare le opere esposte, tra le quali "Sangue Saraceno nella battaglia di Maccalube", ha ricordato i comuni trascorsi lavorativi con Butera quali impiegati di Poste Italiane, ed ha altresì espresso tutto il suo plauso per l'attività presente, passata e futura dell'artista, con l'augurio di rincontrare il "vecchio collega" in altre sedi, come ad esempio, quelle delle maestose sale di "Palazzo dei Normanni" a Palermo.

I più letti
Torna su
AgrigentoNotizie è in caricamento