rotate-mobile
Edilizia

Superbonus 110%, c'è la proroga di tre mesi: ecco cosa cambia

La novità è contenuta nel decreto Omnibus varato dal governo nazionale: la scadenza per ultimare i lavori nelle case unifamiliari viene spostata dal 30 settembre al 31 dicembre prossimo. Riaperta anche la piattaforma di Poste italiane per la cessione del credito

Tre mesi in più per usufruire del superbonus sulle abitazioni unifamiliari: la scadenza per l’ultimazione dei lavori passa dal 30 settembre al 31 dicembre 2023. Questo il nuovo termine da rispettare per mantenere l’agevolazione del 110%. La novità rientra tra le misure approvate dal governo nazionale con il decreto Omnibus. Tra i provvedimenti inseriti nell’ultimo decreto prima della pausa estiva trova spazio quindi l'allungamento di tre mesi del termine previsto per completare i lavori edilia.

La novità interessa i contribuenti che alla data del 30 settembre 2022 hanno realizzato almeno il 30% dei lavori in programma, condizione prevista al fine di continuare a beneficiare del superbonus del 110% per l’ultimazione degli stessi. Alla notizia del governo si affianca quella di Poste Italiane, che ha annunciato la ripartenza delle procedure di acquisto dei crediti fiscali.

Superbonus 110% per le villette: proroga fino al 31 dicembre  

La possibilità di una proroga del superbonus era nel'aria e la decisione è stata presa, anche a fronte delle situazioni climatiche avverse degli ultimi mesi che, in molti casi, hanno ritardato la prosecuzione dei cantieri già avviati. Il decreto Omnibus conferma quindi il maggior termine concesso per l’ultimazione delle opere. La scadenza del 30 settembre viene quindi sostituita dal nuovo termine del 31 dicembre 2023, con ulteriori tre mesi a disposizione per chiudere i lavori e completare i pagamenti.

Nulla cambia sul fronte dei requisiti: a beneficiare della proroga saranno i contribuenti che, alla data del 30 settembre 2022, risultano aver perfezionato almeno il 30% dell’intervento complessivo e che quindi potranno sfruttare la possibilità di ultimare il tutto entro la fine dell’anno, mantenendo il superbonus con aliquota del 110%. Si ricorda infatti che, per chi ha iniziato i lavori dal primo gennaio 2023, il superbonus sulle abitazioni unifamiliari spetta in misura pari al 90% delle spese sostenute e a patto di rispettare specifici requisiti tra cui il limite di reddito di 15 mila euro, parametrato sulla base della composizione del proprio nucleo familiare. Per la conferma delle novità previste si resta in ogni caso in attesa della pubblicazione del decreto in Gazzetta ufficiale.

Riaperta la piattaforma di Poste italiane per la cessione del credito

Intanto Poste italiane ha annunciato la riapertura della piattaforma per la cessione del credito ad alcune categorie di contribuenti. Il servizio di acquisto dei crediti d’imposta, che partirà dai primi giorni di ottobre. I crediti fiscali verranno acquistati esclusivamente in riferimento alle persone fisiche e per le prime cessioni, per un importo massimo di 50 mila euro. Il canale per l’acquisto dei crediti fiscali relativi al superbonus e ai bonus casa era stato chiuso da Poste Italiane il 7 novembre 2022. Ora, con le novità annunciate, si avvicina l’avvio di una nuova fase per la cessione dei crediti maturati dai contribuenti, nel rispetto dei paletti previsti attualmente.

Fonte: Today.it

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Superbonus 110%, c'è la proroga di tre mesi: ecco cosa cambia

AgrigentoNotizie è in caricamento