rotate-mobile
Economia

Qualità della vita, Agrigento risale di 14 posizioni: ma c'è veramente da festeggiare?

La provincia è la prima tra quelle siciliane per i risultati ottenuti, ma i numeri non sono quelli che "contano"

La provincia di Agrigento sale 14 posizioni nella classifica della "Qualità della vita" realizzata dal Sole 24 ore, piazzandosi come prima provincia tra quelle siciliane.

L’ultimo report del Sole 24 Ore, appuntamento immancabile di ogni dicembre, fotografa (in linea con quanto fatto da Italia Oggi poche settimane fa) un’Agrigentino che sembra invertire la rotta, forse però solo da un punto di vista strettamente statistico, incassando un ottantaquattresimo posto, con un aumento di ben 14 posizioni rispetto all’anno passato.

Come sempre, però, si raschia il fondo o quasi quando si tratta di classifiche che hanno una reale ricaduta sull’effettiva vivibilità del territorio. In particolare modo, andando a guardare i dati, si evidenzia un poco rassicurante novantatresimo posto per “Ricchezza e consumi”, con una crescita comunque di otto posizioni rispetto allo scorso anno. Da segnalare, in negativo, la categoria “Valore aggiunto per abitante”, con la provincia al 107esimo posto; o quella della Spesa per famiglie, con il 105esimo posto, ma anche la classifica per le riqualificazioni energetiche, che segna il 106esimo posto.

Allo stesso modo, poco rassicuranti sono i numeri per la classifica “Affari e Lavoro”, dove la provincia incassa un 91esimo posto (che pure è in crescita di 4 posizioni) e dove si registra uno dei peggiori risultati come indicatori, cioè il dato delle startup innovative (107esimo posto in Italia).

La nostra provincia è ultima anche per gli indicatori Cultura e Tempo libero, dove l’Agrigentino è al 102esimo posto con una crescita anche in questo caso di 4 posizioni ma con risultati terribilmente scarsi rispetto all’offerta di servizi per i cittadini.

Buoni i posizionamenti se guardiamo alle classifiche Giustizia e sicurezza, dove si registra un 19esimo posto con un calo di 8 posizioni rispetto allo scorso anno e Ambiente, dove la nostra provincia è 73esima in Italia con una risalita di 31 posizioni che lascia però anche in questo caso enormi dubbi rispetto alla qualità della depurazione, alla gestione della raccolta differenziata, alla qualità dell’aria (che oggi non viene misurata da nessuna centralina).

A crollare è la provincia di Agrigento nella classifica dedicata alla Demografia: 61esimo posto con un calo di 38 posizioni. Questo crollo dipende da uno scarso risultato per il saldo migratorio (90esima posizione, con un valore addirittura negativo) ma con numeri complessivamente poco entusiasmanti, con una 99esima posizione per acquisizioni di nuove cittadinanze; 87esimo posto per speranza di vita alla nascita dei bambini, una 73esima posizione per il numero di persone che hanno almeno il diploma, e una 98esima posizione per il numero di medici specialisti.

Dovremmo festeggiare?

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Qualità della vita, Agrigento risale di 14 posizioni: ma c'è veramente da festeggiare?

AgrigentoNotizie è in caricamento