Giovedì, 24 Giugno 2021
Economia

Coronavirus, Conte: "Mascherine chirurgiche con prezzo massimo di 50 centesimi"

Saranno calmierati i prezzi delle mascherine chirurgiche, con un'ordinanza del commissario Arcuri: "Vogliamo un prezzo equo"

(foto ANSA)

"Adesso inizia per tutti la fase di convivenza con il virus. Dobbiamo essere consapevoli che nella fase 2 la curva del contagio potrà risalire in alcune aree del Paese. Il rischio c'è, dobbiamo affrontarlo con metodo e rigore". Sono le parole del presidente del Consiglio, Giuseppe Conte, in conferenza stampa domenica 26 aprile 2020 per annunciare le misure che danno l'avvio alla ripartenza nel segno della cautela (qui tutti i dettagli). "Grazie ai sacrifici fatti stiamo riuscendo a contenere la diffusione della pandemia, è un grande risultato se pensiamo che nella fase più acuta l'epidemia sembrava sfuggire ad ogni controllo. Avete manifestato tutti, da nord a sud, forza, coraggio, senso di responsabilità, di comunità", ha detto il premier.

Dal 4 maggio parte il piano per la ripartenza che si fonderà su alcune basi. Tra queste, con un'ordinanza del commissario per l'emergenza Domenico Arcuri, saranno calmierati i prezzi delle mascherine chirurgiche (intorno a 0,50 euro per mascherina). Dai dispositivi di protezione, secondo quanto affermato da Conte, sarà inoltre eliminata l'Iva.

Queste le parole del presidente del Consiglio sul prezzo delle mascherine chirurgiche e sull'importanza delle misure di distanziamento: "Questo piano parte dal 4 maggio, è ben strutturato, ben articolato, ben pensato. Dovremo adottare precauzione e utilizzare dispositivi di protezione. Il commissario Arcuri con ordinanza interviene per calmierare i prezzi delle mascherine: non vogliamo distorsioni, vogliamo un prezzo equo. C'è il forte impegno del governo a eliminare completamente l'Iva, il prezzo dovrebbe essere attorno a 0,50 per le mascherine chirurgiche. Nella fase 2 sarà ancora più importante mantenere le distanze di sicurezza, sarà fondamentale il comportamento di ciascuno di noi. Se vuoi bene all'Italia, devi evitare il rischio che il contagio si diffonda: bisogna rispettare la distanza di sicurezza. Anche nelle relazioni familiari, con i parenti, bisogna rispettare questa precauzione. Gli scienziati e gli esperti ci dicono che almeno 1 contagio su 4 è nelle relazioni familiari".

Nella bozza del nuovo Dpcm c'è scritto che "ai fini del contenimento della diffusione del virus COVID-19 limitatamente alla durata dell'emergenza sanitaria, gli individui presenti sull'intero territorio nazionale devono usare protezioni delle vie respiratorie nei luoghi confinati aperti al pubblico inclusi i mezzi di trasporto e comunque in tutte le occasioni in cui non sia possibile garantire continuativamente il mantenimento del distanziamento fisico. Non sono soggetti all'obbligo i bambini al di sotto dei sei anni, nonché i soggetti con forme di disabilità non compatibili con l'uso continuativo della mascherina ovvero i soggetti che interagiscono con i predetti". 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Coronavirus, Conte: "Mascherine chirurgiche con prezzo massimo di 50 centesimi"

AgrigentoNotizie è in caricamento