menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
foto archivio

foto archivio

Turista prende taxi abusivo per andare alla Scala dei Turchi, l'autista la blocca e tenta di violentarla: a giudizio

L'uomo avrebbe afferrato la mano della vittima, tentato di accostarla alle sue parti intime e le avrebbe chiesto ripetutamente di praticargli un rapporto orale

Rinviato a giudizio con l'accusa di tentata violenza sessuale. Il gup del tribunale di Agrigento, Alessandra Vella, manda a processo Davide Giuseppe Medico, 45 anni, originario di San Cataldo e residente ad Agrigento.

L'episodio al centro del processo risale al 22 ottobre del 2019. Medico era fermo con la sua auto, dove lavorava - sembrerebbe - come tassista abusivo nei pressi di piazza Stazione. La donna svizzera, che si trovava da sola in vacanza, gli avrebbe chiesto di essere accompagnata alla Scala dei Turchi e sarebbe entrata dentro l'autovettura Fiat Punto.

Una volta all'interno del mezzo, Medico avrebbe cercato di abusarne. In particolare, secondo la ricostruzione dell'episodio, avrebbe afferrato la mano della vittima, cercando di accostarla alle sue parti intime, e le avrebbe chiesto ripetutamente di praticargli un rapporto orale. Tentativo di violenza che sarebbe fallito "per la ferma opposizione della donna" che si rifiutò e - secondo quanto ha ricostruito - è scesa dall'auto approfittando che era ferma e ha chiamato subito un'amica alla quale ha raccontato quanto era accaduto. La turista ha poi presentato una denuncia e fornito alla polizia tutti gli elementi utili per l'identificazione. 

La difesa, affidata all'avvocato Annalisa Russello, non ha scelto alcun rito alternativo. Il dibattimento è in programma il 16 giugno davanti ai giudici della seconda sezione penale presieduta da Wilma Angela Mazzara. 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

AgrigentoNotizie è in caricamento