rotate-mobile
Martedì, 17 Maggio 2022
Cronaca

Valsusa film fest, Salvatore Tuccio e Sonia Giardina raccontano Linosa

I responsabili della sezione erano Daniele Cat Berro e Giorgia Allais della Società Meteorologica Italiana e Andrea Zonato del centro Culturale Diocesano di Susa Giuria composta dagli studenti dei liceo Norberto Rosa di Bussoleno e Susa e del liceo Des Ambrois di Oulx che hanno visionato i filmati

Sono Salvatore Tuccio e Sonia Giardina i veri protagonisti del primo " Valsusa filmfest" nella sezione del concorso documentari "Terre contese". Hanno scelto le bellezze della piccola isola di LInosa, lontana 167 km dalla Sicilia e 145 km dalla Tunisia dove si trova sempre un forte isolamento che condiziona l'esistenza dei suoi abitanti. Ventidue minuti di servizio per narrare la vera vita degli isolani.
 
A loro è andato il primo premio, un'opera scelta tra 57 documentari. I responsabili della sezione erano Daniele Cat Berro e Giorgia Allais della Società Meteorologica Italiana e Andrea Zonato del centro Culturale Diocesano di Susa Giuria composta dagli studenti dei liceo Norberto Rosa di Bussoleno e Susa e del liceo Des Ambrois di Oulx che hanno visionato i filmati.
 
SINOSSI: Un fazzoletto nero di 5 km nel cuore del Mediterraneo. La piccola isola di Linosa, lontana 167 Km dalla Sicilia e 145 Km dalla Tunisia si trova da sempre in un forte isolamento che condiziona l'esistenza dei suoi abitanti.
 
MOTIVAZIONI: E' stato scelto il documentario 5 kmq perché le argomentazioni affrontate riguardano la realtà economica e sociale dell'Italia intera. Il film illustra una situazione che molte persone non conoscono: è assurdo che gli abitanti di Linosa siano costretti a vivere senza i diritti a istruzione, sanità e lavoro. Per certi aspetti si tratta di una realtà simile a certi paesi di montagna, isolati allo stesso modo, seppur in condizioni geografiche differenti. E' stata apprezzata in particolare la fotografia e come il montaggio valorizza le immagini e la musica, il documentario presenta un'ottima armonia formale. Da segnalare la scena in cui gli studenti della scuola si collegano in video conferenza con l'insegnante di inglese di stanza a Lampedusa. E' assurda e impressionante, non sembra possibile che esistano ancora, in Italia, delle realtà di vita così difficile.

 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Valsusa film fest, Salvatore Tuccio e Sonia Giardina raccontano Linosa

AgrigentoNotizie è in caricamento