menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
(foto ARCHIVIO)

(foto ARCHIVIO)

Valle dei templi e non solo, il Parco investe nelle location dell'hinterland

Il Consiglio ha delineato le linee per i prossimi anni per l'utilizzo delle risorse disponibili: più spazio alla manutenzione

Nuove linee guida per il futuro del Parco archeologico. La nuova linea di gestione targata Agrò – Sciarratta, infatti, punterà su una maggiore distribuzione delle risorse disponibili in tutti i siti che oggi rientrano nella gestione del Parco, che sono ormai decine tra aree archeologiche.

Per questo impossibile è pensare ad utilizzare risorse unicamente per la Valle, per quanto l’idea sia quella di investire più che in eventi in miglioramento dell’esperienza per i visitatori, aumentando i servizi e mettendo a disposizione nuovi percorsi di fruizione di aree ad oggi sottoutilizzate e semisconosciute. 

Tornando alla situazione della provincia, il Consiglio del Parco avrebbe puntato su quattro assi principali: la Valle, appunto, il patrimonio archeologico di Licata, il teatro di Eraclea Minoa (con l’avvio delle procedure finalizzate alla realizzazione di nuove coperture per la struttura che possano preservarla in futuro) e il patrimonio monumentale e archeologico di Sambuca di Sicilia. Altro indirizzo deciso dal Consiglio e ampiamente condiviso con la direzione dello stesso, è quello dell’ampliamento dei rapporti culturali con nuovi enti di ricerca locali e internazionali.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

La provincia sempre più digitale, rilasciate 100 mila identità Spid

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

AgrigentoNotizie è in caricamento