Domenica, 14 Luglio 2024
Cronaca

Minaccia di uccidersi e ingerisce centinaia di pillole, salvato in extremis

Si tratta di un uomo di 59 anni. La persona, lanciato l'allarme, è stata raggiunta - senza non poche difficoltà - dalle Volanti

La polizia di Stato salva in extremis un uomo che voleva togliersi la vita. E’ accaduto qualche giorno fa, quando un uomo ha contattato la sala operativa riferendo di stare ingerendo una quantità smisurata di pillole, con l’intento di uccidersi. I poliziotti, lanciato l’allarme, hanno dato vita ad una vera e propria corsa contro il tempo, affinchè quell’uomo potesse salvarsi. Gli operatori delle Volanti - coordinate da Francesco Sammartino - insieme al personale medico del 118 ed ai vigili del fuoco, hanno raggiunto l’abitazione dell’uomo. Nulla da fare, la persona non rispondeva neppure al telefono. Le forze dell’ordine non si sono persone d’animo, ed hanno - senza sosta - continuato a cercare. I poliziotti hanno consultato la banca dati del gestore di telefonia mobile, geolocalizzando la chiamata.

Gli operatori, senza non poche difficoltà, sno riusciti a rintracciare l'abitazione dove l'uomo si trovava, ovvero nel centro storico di Porto Empedocle. Le forze dell'ordine hanno scardinato l'intera area ritrovando il malcapitato adagiato sul letto e privo di sensi con una flebile attività cardiaca e respiratoria.

Immediatamente soccorso dal personale sanitario, con l’ausilio degli stessi poliziotti hanno aiutavano i sanitari a trasportare il soggetto sull’ambulanza e, successivamente, scortando il mezzo verso l’ospedale San Giovanni di Dio. Dopo le prime visite è stato acclarato che l’uomo aveva ingerito circa un centinaio di compresse, farmaci riconducibili alla categoria degli ansiolitici ed al trattamento di crisi epilettiche, con chiaro intento suicidario. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Minaccia di uccidersi e ingerisce centinaia di pillole, salvato in extremis
AgrigentoNotizie è in caricamento