menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
La sede del Cga

La sede del Cga

Studio odontoiatrico vince ricorso contro l'Assessorato: dovrà valutare accreditamento

La Regione riteneva di non aver obblighi rispetto all'onere di valutare la necessità della struttura sul territorio

Accreditamento di uno studio odontoiatrico a Santo Stefano di Quisquina, la giustizia amministrativa condanna l'Assessorato regionale alla Salute in seguito al ricorso proposto dal titolare.

Questo aveva, come molti altri, chiesto l'accreditamento per poter lavorare con il sistema sanitario naizonale. La Regione si è tuttavia sottratta alla fase di verifica del fabbisogno assistenziale sul territorio, rendendo impossibile l'accreditamento stesso. Questo anche quando il titolare dello studio ha sottolineato l'assenza di strutture odontoiatriche sul territorio.

L’odontoiatra, con il patrocinio degli avvocati Girolamo Rubino e Giuseppe Impiduglia, ha chiesto al giudice amministrativo di accertare l’obbligo dell’Assessorato della Salute di pronunciarsi sull'istanza in questione per ottenere l’adozione degli atti - ossia la ricognizione e determinazione del fabbisogno assistenziale - propedeutici ai nuovi accreditamenti.

Il Cga, accogliendo le tesi difensive, ha ritenuto illegittimo il silenzio dall’Assessorato della Salute sull’istanza dell’odontoiatra, chiarendo come la pubblica amministrazione non possa continuare a mantenere – in ambito sanitario - un sistema chiuso, dovendo, invece, consentire l’ingresso graduale nel settore anche ai soggetti non ancora contrattualizzati, compatibilmente con la ricognizione dei fabbisogni assistenziali, e con i limiti di spesa. Per effetto della suddetta sentenza, l’Assessorato Salute dovrà procedere alla ricognizione del fabbisogno assistenziale, propedeutica all’accreditamento della suddetta struttura odontoiatrica, e dovrà anche rimborsare le spese legali liquidate in misura pari a 2mila euro.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

AgrigentoNotizie è in caricamento