rotate-mobile
Domenica, 29 Gennaio 2023
Cronaca Lampedusa e Linosa

Naufragio di Lampedusa, sommozzatori al lavoro per recuperare le 12 salme

A coordinare tutte le operazioni è la Procura della Repubblica di Agrigento, con il procuratore aggiunto Salvatore Vella che subito dopo la disgrazia è stato per giorni sull'isola

I sommozzatori della Guardia costiera scenderanno oggi per la prima volta a circa 60 metri di profondità, a sei miglia a Sud dalla costa di Lampedusa, dove è naufragato il barchino carico di migranti. I sommozzatori si trovano, al momento, nella camera iperbarica di Lampedusa.

Al nucleo sommozzatori della Guardia costiera di Messina si uniranno i nuclei di Cagliari e Napoli. Si tenterà, a partire da oggi, il recupero delle 12 salme che sono state individuate, assieme al barchino, ieri, dal Rov della Guardia costiera.

Naufragio di Lampedusa, trovato il barchino: individuati altri dodici cadaveri

A coordinare tutte le operazioni è la Procura della Repubblica di Agrigento, con il procuratore aggiunto Salvatore Vella che subito dopo la disgrazia è stato per giorni e giorni a Lampedusa.

Naufragio di Lampedusa, si recuperano le salme

"Ci abbiamo creduto fino alla fine. Il personale della Guardia Costiera di Lampedusa e il Nucleo sommozzatori non ha mollato un solo giorno, nonostante il carico di lavoro ordinario che continua a gravare su Lampedusa". Erano state queste, soltanto ieri, le pearole del procuratore aggiunto di Agrigento, Salvatore Vella. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Naufragio di Lampedusa, sommozzatori al lavoro per recuperare le 12 salme

AgrigentoNotizie è in caricamento