rotate-mobile
Cronaca

Semplificazione degli adempimenti amministrativi in materia ambientale, il Libero consorzio: “Impegno rafforzato”

Nota- Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di AgrigentoNotizie

E' proseguito senza soste anche nel 2022 l'impegno del Settore Ambiente del Libero Consorzio di Agrigento nella definizione dei provvedimenti di Autorizzazione Unica Ambientale (A.U.A.), una importante attività svolta ai sensi del DPR n. 59 del 3 marzo 2013 per la semplificazione degli adempimenti amministrativi in materia ambientale. Complessivamente il Gruppo 3 ha preso in carico 397 istanze, con l'emissione di 55 provvedimenti autorizzativi, confermando il ruolo fondamentale del Libero Consorzio di Agrigento in questa delicata attività, completata dal coordinamento tra gli enti competenti in materia ambientale (Assessorato Regionale Territorio e Ambiente, ARPA, U.T.A. Agrigento, Comandi delle Polizie Municipali) e gli Sportelli Unici per le Attività Produttive dei Comuni per il rilascio del provvedimento finale.

L'A.U.A., la cui competenza è attribuita dallo stesso DPR 59/2013 ai Liberi Consorzi (ex Province) è una procedura semplificata per il rilascio di sette autorizzazioni per piccole e medie imprese e titolari di impianti non soggetti alla disciplina dell’Autorizzazione Integrata Ambientale (A.I.A.). Si tratta di imprese operanti in vari settori produttivi (trasformazione dei prodotti agricoli, caseari e ittici, frantoi e oleifici, stabilimenti enologici, frantumazione di inerti, strutture turistiche e alberghi, varie attività artigianali, depositi di carburanti, e altre ancora), per le quali l'AUA viene rilasciata dopo l'accertamento della regolarità degli impianti e il rilascio dei titoli abilitativi individuati dall'art. 3, comma 1 del DPR 59/2013. Tra questi particolare importanza assumono per la tutela ambientale l’autorizzazione agli scarichi, l’utilizzazione di acque di vegetazione dei frantoi e di reflui provenienti da aziende zootecniche per usi irrigui, l’autorizzazione alle emissioni in atmosfera, l’utilizzo di fanghi derivanti dai processi di depurazione in agricoltura e le comunicazioni in materia di rifiuti. L'A.U.A. è dunque fondamentale per l'avvio di queste attività produttive, e in una fase precedente al decreto i vari titoli abilitativi dovevano essere richiesti separatamente e con tempi tecnici autorizzativi molto più dilatati.

Ricordiamo, infine, che la A.U.A. ha la durata di 15 anni, e la relativa richiesta deve essere presentata per via telematica al Libero Consorzio Comunale di Agrigento tramite lo Sportello Unico per le Attività Produttive dei Comuni.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Semplificazione degli adempimenti amministrativi in materia ambientale, il Libero consorzio: “Impegno rafforzato”

AgrigentoNotizie è in caricamento