rotate-mobile
Mercoledì, 25 Maggio 2022
Cronaca Sciacca

Venne licenziato dopo condanna per tentato omicidio, fa ricorso contro il Comune

Per Accursio Amato la sentenza, dei primi due gradi di giudizio, è stata di 6 anni di reclusione

Accursio Amato, il lavoratore socialmente utile di 55 anni del Comune di Sciacca, ai domiciliari per il tentato omicidio della moglie, condannato in primo grado e in appello, ha impugnato dinanzi al giudice del Lavoro il licenziamento operato dall’ente. Lo riporta oggi il Giornale di Sicilia. 

Amato è stato condannato, nei primi due gradi di giudizio, a 6 anni di reclusione, per tentato omicidio, nei confronti della moglie, ma al licenziamento da parte del Comune di Sciacca non ci sta perché avrebbe voluto tornare a lavorare. Ed i suoi avvocati, Mauro Tirnetta e Maria Elena Piazza, hanno presentato ricorso al Tar che ha dichiarato il difetto di giurisdizione. Dovrà pronunciarsi il giudice del lavoro che ha fissato la prima udienza per il 21 novembre prossimo. Il Comune avrà tempo fino all’11 novembre per costituirsi nel giudizio.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Venne licenziato dopo condanna per tentato omicidio, fa ricorso contro il Comune

AgrigentoNotizie è in caricamento