menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Francesco Solina e Vincenzo Bono

Francesco Solina e Vincenzo Bono

Allevatore e marinaio dispersi, sospese le ricerche

Di Vincenzo Bono, il sessantenne di Sciacca, non si hanno più notizie dallo scorso 25 novembre. Francesco Solina di Lampedusa è scomparso nella notte fra lunedì e martedì scorsi quando è affondato il peschereccio

Ricerche sospese. A Lampedusa come a Sciacca. Di Vincenzo Bono, l'allevatore sessantenne, non si hanno più notizie dallo scorso 25 novembre, giorno in cui il violento nubifragio ha investito e devastato Sciacca e Ribera. Le tracce dell'allevatore si sono fermate in contrada Muciare dove è stata ritrovata la sua auto, completamente distrutta. In tutti questi giorni - un mese e mezzo - i soccorritori ed i volontari hanno setacciato ogni zona, nella speranza di ritrovare l'uomo o il suo cadavere. Oggi, le ricerche sono state sospese.   

LEGGI ANCHE: L'appello della figlia di Bono: "Bisogna cercare ancora"

A Lampedusa, già da ieri, sono state sospese - e probabilmente così accadrà fino a lunedì - le ricerche del marinaio cinquantunenne, Francesco Solina, disperso dalla notte fra lunedì e martedì scorsi. Non soltanto non ha potuto immergersi il "rov" - il robot della Guardia costiera di Messina - ma anche le motovedette della Capitaneria di porto di Lampedusa sono dovute rimanere all'ancora. Interrompendo, di fatto, perfino le ricerche di superficie.

LEGGI ANCHE: Affonda peschereccio, disperso un marinaio cinquantenne

I pescatori di Lampedusa, ancora sotto choc, ma desiderosi di aiutare concretamente le quattro famiglie coinvolte nel naufragio - tre sono stati, infatti, i superstiti, e l'armatore - hanno deciso di avviare una raccolta di fondi. "Ho incontrato i pescatori di Lampedusa - ha spiegato ieri il sindaco delle Pelagie Giusi Nicolini - e visto che sono tutti concordi nell'avviare una raccolta di fondi, lunedì il Comune aprirà un conto corrente, faremo una delibera di Giunta ed avvieremo, appunto, una trasparente raccolta di fondi. Raccolta di denaro che speriamo possa concretamente aiutare le famiglie coinvolte in questa tragedia".

LEGGI ANCHE: La Procura ha aperto un'inchiesta per omicidio colposo 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Salute

Coronavirus: è arrivato lo spray nasale che aiuta a proteggersi

Attualità

Un aiuto per i più deboli: la Brigata “Aosta” dona beni di prima necessità

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

AgrigentoNotizie è in caricamento