Caretta Caretta a Capo San Marco: è la quinta ovodeposizione in provincia

A trovare le uova è stato l'operatore della macchina per la pulizia delle spiagge: Calogero Bono

Dopo Linosa e Siculiana anche Sciacca si conferma meta preferita dalle Caretta Caretta. Una tartaruga ha deposto le uova nei pressi di uno stabilimento balneare di Capo San Marco. A trovare le uova è stato l'operatore della macchina per la pulizia delle spiagge Calogero Bono. "L'operatore è stato bravissimo - rendono noto dal Wwf -  perché non appena si è accorto della presenza delle tracce ha fatto inversione con il suo mezzo salvando il nido da una triste fine, per cui a lui vanno i ringraziamenti della comunità per l'alta capacità e sensibilità dimostrata".

Subito sono stati allertati gli operatori del progetto europeo Euroturtles del Wwf, di cui Dylan Pelletti è il responsabile di zona, per attivare la rete di volontari del progetto tartarughe del Wwf autorizzato dal ministero dell'Ambiente. Allertata anche la Guardia costiera e la ripartizione Faunistica. L'area è stata, naturalmente, recintata ed è stata messa in sicurezza provvisoria. Adesso inizia il periodo di sorveglianza del nido, le uova verosimilmente si schiuderanno fra fine agosto e i primi di settembre.

Potrebbe interessarti

  • Il peperoncino: pro e contro

  • Come trasformare la propria abitazione in un B&B

  • Metodi low cost e home made per pulire i tappeti

  • Bidoni della spazzatura, i metodi per averli sempre puliti e igienizzati

I più letti della settimana

  • "Massacrata a pedate dallo zio", ragazza in gravi condizioni: arrestato 46enne

  • Andrea Camilleri è morto, si spegne l'ultimo grande della letteratura: lutto cittadino nel giorno dei funerali

  • "Un fucile a canne mozze in camera da letto", arrestato un insospettabile 25enne

  • "Mi ha tradito con Scamarcio", l'empedoclina Clizia: "E' una gogna mediatica"

  • Un milanese a Lampedusa, Fabio Gallarati: "Ho lasciato tutto ed ho scelto l'isola"

  • Le dichiarazioni del pentito Quaranta: "Ecco il consiglio provinciale di Cosa Nostra"

Torna su
AgrigentoNotizie è in caricamento