menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Una veduta di palazzo Lombardo

Una veduta di palazzo Lombardo

Avviata la demolizione di palazzo Lombardo, si cancella una "macchia" nel centro storico

La struttura incompleta rimase in piedi nonostante il terremoto del gennaio del 1968

E' iniziata ieri la demolizione di palazzo Lombardo, la struttura di sette piani - a poca distanza dal palazzo del Gattopardo - che restò in piedi, a Santa Margherita Belice nonostante il terremoto di 50 anni fa. L'impresa Vna di Raffadali, aggiudicataria della gara d'appalto, avrà 90 giorni per rimuovere completamente lo stabile. "Questi lavori segnano il coronamento di un'azione amministrativa iniziata nel 2015 - ha dichiarato, al Giornale di Sicilia, il sindaco Franco Valenti - E' stato necessario impegno e determinazione per superare tutti gli ostacoli che nel corso degli anni si sono frapposti. E' il frutto di un lavoro di squadra".

Palazzo Lombardo ha i giorni contati, firmato l'appalto per la demolizione 

Palazzo Lombardo viene demolito per motivi di sicurezza. La struttura è rimasta incompleta a seguito del sisma della notte del gennaio 1968. I lavori sono stati finanziati - 422 mila euro - dalla Protezione civile regionale. "Palazzo Lombardo, con il suo scheletro, ha deturpato per oltre 50 anni una delle più belle piazze di Sicilia - ha detto, al Giornale di Sicilia, il presidente del consiglio comunale Francesco Ciaccio - . Una distonia per il centro storico e culturale di Santa Margherita Belice". Progettista e direttore dei lavori è l'ingegnere Antonino Di Carlo, coordinatore della sicurezza: l'architetto Francesco Graffeo. Il responsabile unico del procedimento è l'ingegnere capo dell'ufficio tecnico di Santa Margherita Belice: Michele Milici. 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

AgrigentoNotizie è in caricamento