"Cinque panetti di hashish nascosti nel sedile dell'auto", arrestato commerciante

Il ventitreenne è stato fermato e controllato lungo la strada statale 115. I militari dell'Arma, notando uno strano atteggiamento, hanno deciso di fare scattare la perquisizione

Avrebbe dovuto essere un banale, usuale, posto di controllo. In realtà, i carabinieri hanno trovato - nascosti nel sedile del conducente dell'autovettura - cinque panetti di hashish, per un peso complessivo di circa mezzo chilo. Un ventitreenne, commerciante ambulante, è stato arrestato per detenzione di sostanze stupefacenti ai fini di spaccio. 

Il controllo è stato realizzato, dai carabinieri della tenenza di Ribera, lungo la strada statale 115. Dopo aver chiesto patente e libretto, i carabinieri notando lo strano atteggiamento del giovane hanno deciso per una perquisizione. Ed effettivamente i carabinieri ci avevano visto bene: da sotto il sedile del conducente è saltata fuori la "roba" che è stata, naturalmente, sequestrata. 

Dopo aver scovato "l'azienda agricola" che, in territorio di Naro, si occupava della produzione di marijuana, i carabinieri dell'Agrigentino - su disposizione del comando provinciale di Agrigento - hanno ingaggiato una vera e propria "guerra" contro lo spaccio di strada. Praticamente non passa più giorno senza che non venga effettuato un arresto di presunti, piccoli, pusher.  

Nelle ultime settimane è stato, infatti, un crescendo di sequestri di stupefacente: marijuana, hashish e cocaina in particolar modo. Ad essere arrestati sono stati uomini e donne, agrigentini ed extracomunitari, giovanissimi e meno giovani. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Caso di meningite in un supermercato? Una "bufala" che sta terrorizzando

  • Morto per infarto intestinale non diagnosticato, la difesa: "Familiari della vittima fuori dal processo"

  • "Non so dove trovare i soldi presi ai clienti": 40enne minaccia il suicidio, salvato in extremis

  • Torna a casa e trova un ladro che sta rubando in camera da letto: arrestato un 42enne

  • La "fabbrica" dei falsi invalidi, ispettore della Digos: "Non c'era una sola banda ma erano due"

  • Mancata convalida dell'arresto di Carola Rackete, la Cassazione respinge il ricorso della Procura

Torna su
AgrigentoNotizie è in caricamento