"Rapine, truffe e molestie", decine di avvisi orali nell'Agrigentino

Emessi dalla questura per l'esistenza di "precisi indizi sulla sua condotta illecita"

"Rapine, truffe e molestie", decine di avvisi orali nell'Agrigentino

Avvisi orali a "tenere un comportamento conforme alla legge", sono stati emessi dalla questura di Agrigento nei confronti di dieci persone residenti nella provincia, ritenute pericolose per la sicurezza pubblica, per l'esistenza a loro carico di "precisi indizi sulla sua condotta illecita".

Gli avvisi orali riguardano: S.G., 30 anni, abitante a Canicattì, con precedenti per rapina in concorso, furto aggravato in concorso, porto di armi, detenzione e spaccio di sostanze stupefacenti, tentato omicidio; S-V.P., 39 anni, abitante a Ravanusa, con precedenti per minaccia, molestie, maltrattamenti, lesioni personali; C.F., 54 anni, abitante a Cammarata, con precedenti per falsità ideologica, indebita percezione di erogazioni a danno dello Stato, minaccia, insolvenza fraudolenta, violenza privata, tentata estorsione, furto aggravato.

E ancora R.L., 20 anni, abitante a Santa Margherita Belice, con precedenti per truffa, insolvenza fraudolenta, invasione di edifici, lesioni personali, ingiuria, minaccia, calunnia, truffa, furto e indebito utilizzo di carte di credito; I.C, 40 anni, abitante a Licata, con precedenti per violazione di domicilio, estorsione, danneggiamento, spaccio e detenzione di sostanze stupefacenti, porto di armi, ricettazione; P.C., 44 anni, abitante a Ribera, con precedenti per maltrattamenti in famiglia, minaccia, danneggiamento, porto di armi atti ad offendere; B.V., 40 anni, abitante a Canicattì, con precedenti per occupazione abusiva di immobile, furto aggravato, sequestro di persona, rapina, lesioni personali, ricettazione.

Coinvolti dai provvedimenti anche N.G., 37 anni, abitante a Palma di Montechiaro, con precedenti per furto aggravato, minaccia aggravata, percosse, ingiuria, estorsione, oltraggio a pubblico ufficiale, ricettazione; C.O.C., 27 anni, abitante a Canicattì, con precedenti per ricettazione, detenzione e spaccio di sostanze stupefacenti ed, infine, L.A., 33 anni, abitante a Canicattì, con precedenti per furto con strappo e rapina.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • La ricerca: "Chi ha questo gruppo sanguigno è più protetto dal Covid"

  • Auto sbatte contro un cancello e si ribalta lungo la statale 122, morto il ventiseienne

  • Paura e contagi fuori controllo nell'Agrigentino, Cuffaro sbotta: "La verità? Siamo in mano a nessuno"

  • Coronavirus, i positivi continuano ad aumentare: chiuse piazze e vie e stop alle scuole

  • Incidente sulla statale 115: violento scontro frontale fra auto, due feriti in ospedale

  • Coronavirus, boom di contagi ad Aragona: 24 in un solo giorno e si arriva a 65 positivi, un'altra vittima a Canicattì

Torna su
AgrigentoNotizie è in caricamento