rotate-mobile
Lunedì, 16 Maggio 2022
Cronaca Sambuca di Sicilia

"Fu il basista della tentata rapina in banca", chiesta condanna di ottantenne

Il pubblico ministero del tribunale di Sciacca, Alessandro Moffa, ha chiesto tre anni e sette mesi di reclusione. Sentenza attesa per il 12 aprile

E' accusato di essere stato il basista di una rapina in banca sventata, a Sambuca di Sicilia, dall'ex comandante della stazione dei carabinieri. Il pubblico ministero del tribunale di Sciacca, Alessandro Moffa, ha chiesto la condanna a tre anni e 7 mesi di reclusione per Pietro Curti, ottantenne di Sambuca di Sicilia. Lo riporta il Giornale di Sicilia. 

La sentenza è attesa il 12 aprile. La tentata rapina avvenne il 27 settembre del 2012 alla banca Carige. Per questa vicenda hanno patteggiato tre palermitani, due dei quali bloccati dal maresciallo dei carabinieri all’interno della banca. I militari della compagnia di Sciacca, attraverso i tabulati dei palermitani, sono riusciti a stabilire che ci sarebbe stato un contatto telefonico, quella mattina della tentata rapina, tra uno dei fermati, Antonino Nuccio, e l’anziano di Sambuca. Fatti che non hanno nulla a che vedere con la rapina secondo la difesa di Curti, ma vicende private, secondo l’avvocato Francesco Giambalvo. Non la pensa alla stessa maniera, evidentemente, l’accusa che ha chiesto e ottenuto il rinvio a giudizio di Curti e che adesso ha chiesto la condanna. 
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"Fu il basista della tentata rapina in banca", chiesta condanna di ottantenne

AgrigentoNotizie è in caricamento