Venerdì, 30 Luglio 2021
Cronaca

"Allarme quota 100", Firetto: "Mancano oltre 110 dipendenti, servizi a rischio"

Il sindaco chiede all'Anci di intervenire sul Governo nazionale perché si dia il via a nuovi concorsi pubblici

Lillo Firetto

È allarme "Quota 100" . Il sindaco di Agrigento scrive ad Anci perché sollevi la questione presso il Governo per l'attivazione di un piano di assunzioni per i Comuni.

"Quota 100", dura "mazzata" per la Polizia municipale: rimangono solo 9 agenti

"Niente turn over da anni e sul Comune di Agrigento con quota 100 è pronta ad abbattersi un’altra mannaia - tuona il primo cittadino -. Ai tagli di risorse finanziarie si aggiunge una graduale emorragia di personale. Dal 2015, anno del mio insediamento -, ad oggi gli impiegati al Comune di Agrigento si sono ridotti del 15, 7% e si ridurranno progressivamente quest'anno fino a toccare il 19,8% e lasciando vuote in totale 116 scrivanie. Quel che più desta preoccupazione è il mancato rimpiazzo di unità nel settore tecnico e la progressiva quiescenza di dirigenti e funzionari. Ma i timori invero investono tutti i settori e ciò si traduce in difficoltà sempre più pressanti nell’erogazione di servizi anche essenziali per il cittadino. Dal 2015, quando erano in servizio 585 dipendenti (dati febbraio), di cui 192 a tempo determinato, sono andate in pensione 17 persone nel 2015, 21 nel 2016, 25 nel 2017 e 29 nel 2018, per un totale di 92 dipendenti. Al dicembre 2018 l’organico di 585 dipendenti, di cui solo 319 a tempo indeterminato, si è ridotto a 493 con una perdita di 92 unità. La previsione di cessazioni al 2019 - continua - è di altri 24 dipendenti in meno, 15 dei quali proprio per quota 100".

"Quota 100", Firetto: "Complicherà la vita dei Comuni"

"Quota 100 - continua Firetto - è positiva per chi ha interesse ad andare in pensione anticipatamente, ma pone un problema ai Comuni non indifferente, perché l’età media dei dipendenti è molto alta e possiamo solo essere pessimisti per il futuro. Serve un piano di assunzioni, che accompagnato dalla stabilizzazione di personale a tempo determinato possa garantire i servizi - sostiene Firetto – senza questo piano non si può garantire neanche quel che si è assicurato finora a fatica e malgrado le scarse risorse. Servono persone nuove, giovani, preparate, dinamiche. Quel che è peggio è che in pensione andranno in poco tempo, tra quota 100 e raggiungimento di limiti di età, anche numerosi dirigenti. Avremo interi servizi senza guida e senza responsabili”.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"Allarme quota 100", Firetto: "Mancano oltre 110 dipendenti, servizi a rischio"

AgrigentoNotizie è in caricamento