Giovedì, 29 Luglio 2021
Cronaca

Impianto della "discordia" a Montallegro, il Tar non blocca le procedure e rinvia tutto a dicembre

Il Tribunale amministrativo regionale, con propria ordinanza, ha accolto il ricorso proposto dalla Pro loco nei limiti però della fissazione dell'udienza in tempi brevi

Una veduta di Montallegro

Rimane alta la tensione a Montallegro sulla realizzazione di un impianto per la valorizzazione della frazione umida che è stato proposto dalla Catanzaro Costruzioni. La comunità locale, infatti, in più occasioni ha manifestato la propria contrarietà alla costruzione della struttura, ritenendo che la stessa possa avere - tra le altre cose - una ricaduta negativa su un territorio vocato al turismo.

A proporre una richiesta di sospensiva al Tribunale amministrativo regionale alla certificazione di Via (valutazione di impatto abientale) era stato, nelle scorse settiane, la Pro Loco di Montallegro, presieduta da Giosuè Scalia, con il patrocinio degli avvocati Santo Botta e Teodoro Caldarone. In particolare, i legali evidenziavano, dice una nota "numerose violazioni di legge, tra le quali l’inosservanza delle garanzie procedimentali, il mancato rispetto della prescritta distanza tra l’area del progetto e il centro abitato, la mancata valutazione della sussistenza di vincoli paesaggistici insuperabili che insistono sulla fascia di territorio interessata dal progetto, nonché l’effetto cumulo con la discarica in essere ed il conseguente impatto ambientale".

Il Tar invece che sospendere la validità della Via, ha ritenuto, dice l'ordinanza, "che le articolate censure esposte nel ricorso necessitano dell’approfondimento proprio della fase di merito", e che "pertanto le esigenze cautelari invocate dalla ricorrente possono essere adeguatamente sodisfatte attraverso la sollecita fissazione della relativa udienza". 

Il Tribunale si riunirà sul merito della richiesta il prossimo 14 dicembre.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Impianto della "discordia" a Montallegro, il Tar non blocca le procedure e rinvia tutto a dicembre

AgrigentoNotizie è in caricamento