rotate-mobile
Venerdì, 12 Agosto 2022
L’iniziativa

Prevenzione incendi, ecco la nuova campagna di Anas: “La strada non è un posacenere”

L’obiettivo è far capire che una sigaretta accesa gettata dal finestrino della propria auto può mettere a rischio l’incolumità delle persone e degli animali, causando la distruzione dell’ambiente vegetale, dei beni immobili e interruzioni alla viabilità

Si chiama “La strada non è un posacenere” la nuova campagna di sensibilizzazione lanciata dall’Anas con l’obiettivo di far capire alle persone che una sigaretta accesa gettata dal finestrino della propria auto può mettere a rischio l’incolumità delle persone e degli animali, causando la distruzione dell’ambiente vegetale, dei beni immobili e interruzioni alla viabilità.

Molti incendi, infatti, si sviluppano in prossimità dei tracciati stradali e autostradali e sono causati da sigarette accese rilasciate dai veicoli. Complice la siccità e le alte temperature del periodo, tali roghi si sono verificati a margine delle strade e delle autostrade a causa di questo fenomeno nonostante sia espressamente vietato e sanzionato dal codice della strada e dal codice Penale (art. 674, “getto pericoloso di cose”).

L’iniziativa, promossa con il claim “La strada non è un posacenere. Rispetta l’ambiente, salva il tuo viaggio”, ha l’obiettivo di sensibilizzare i cittadini, sul fatto che una sigaretta accesa gettata dal veicolo può mettere a rischio l’incolumità fisica delle persone e degli animali, causando la distruzione dell’ambiente vegetale, dei beni immobili e interruzioni alla viabilità.

Con l’obiettivo di raggiungere gli utenti in viaggio sulle strade Anas, la campagna prevede che il messaggio “Pericolo incendi. Non gettare sigarette” venga ripetuto sui pannelli a messaggio variabile presenti sulla rete. 

In particolare Anas richiama le raccomandazioni indicate dalla Protezione civile su tutte le iniziative possibili per fronteggiare questo fenomeno: non gettare mozziconi di sigaretta o fiammiferi ancora accesi; non abbandonare rifiuti: sono un pericoloso combustibile; non parcheggiare sull'erba secca: la marmitta calda può provocare un incendio; non accendere fuochi dove non è permesso e usare solo le aree attrezzate; se si è acceso un fuoco non allontanarsi finché non è completamente spento; non bruciare stoppie o residui agricoli; rispettare le ordinanze comunali.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Prevenzione incendi, ecco la nuova campagna di Anas: “La strada non è un posacenere”

AgrigentoNotizie è in caricamento