menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

"Resistenza, oltraggio e lesioni": pene da scontare, due arresti

I provvedimenti sono stati eseguiti, fra Licata e Porto Empedocle, dalla polizia. Uno deve espiare 1 anno e 1 mese, l'altro, invece, un residuo di 5 mesi e 13 giorni

Uno deve espiare la pena residua di 1 anno e 1 mese per i reati di oltraggio, resistenza a pubblico ufficiale e false attestazioni. L'altro, invece, deve espiare il residuo di 5 mesi e 13 giorni per lesioni personali e resistenza a pubblico ufficiale.  Sono due gli arresti - fra Licata e Porto Empedocle - effettuati dalla polizia, in esecuzione di altrettanti provvedimenti dell'autorità giudiziaria. 

A Licata è stato dato esecuzione al provvedimento di revoca della sospensione dell'ordine di carcerazione e ripristino dunque dell'ordine emesso dalla Procura di Agrigento. Il provvedimento - che consiste nel far espiare la pena residua di 1 anno e 1 mese per oltraggio, resistenza a pubblico ufficiale e false attestazioni - è stato notificato a T. V., 39 anni, di Licata.

A Porto Empedocle è stata data esecuzione, invece, all’ordinanza di applicazione della misura alternativa della detenzione domiciliare - emessa dal tribunale di Sorveglianza di Palermo - a carico di G. S., agrigentino di 49 anni. In questo caso, l'uomo deve espiare la pena residua di 5 mesi e 13 giorni  per i reati di lesioni personali e resistenza a pubblico ufficiale.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

AgrigentoNotizie è in caricamento