Martedì, 15 Giugno 2021
Cronaca

Pescatori di frodo bloccati al Caos, sequestrate attrezzature professionali

La Capitaneria di porto annuncia una linea dura contro chi non rispetta le norme che tutelano le specie ittiche di taglia inferiore e invita i cittadini a segnalare le condotte illegali che danneggiano l’ecosistema marino

Sono state intercettate due imbarcazioni - zona Caos - i cui occupanti erano intenti nella pesca del novellame, ossia gli stadi giovanili di pesci come sardine e acciughe impiegati per il ripopolamento. Ad entrare in azione, ieri, dopo aver acquisito una segnalazione circostanziata sono stati i militari della Guardia costiera di Porto Empedocle, coordinati dal comandante: il capitano di fregata Gennaro Fusco. 

Complessivamente sono stati sequestrati due attrezzi da pesca professionale di tipo sciabica da natante ciascuno di 30 metri circa regolarmente armati comprensivi di sacco denominato in gergo “velo”: una rete da pesca a circuizione con una maglia molto sottile, usata soprattutto nelle marinerie sicule.

La Capitaneria di Porto Empedocle, in ottemperanza alle disposizioni di legge italiane ed europee è molto sensibile alla tutela delle specie ittiche di piccola taglia in quanto è una forma di rispetto della fauna marina. Il comandante Gennaro Fusco ha manifestato il proprio apprezzamento per la riuscita dell’operazione che ha portato all’eccezionale sequestro e contestualmente annuncia una linea dura per chi non rispetta le norme che tutelano le specie ittiche di taglia inferiore alla taglia minima ed invita i cittadini a segnalare le condotte illegali che danneggiano l’ecosistema marino.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Pescatori di frodo bloccati al Caos, sequestrate attrezzature professionali

AgrigentoNotizie è in caricamento