menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Gli oggetti portati via dagli abitanti del palazzo colpito dalla frana al viale della vittoria

Gli oggetti portati via dagli abitanti del palazzo colpito dalla frana al viale della vittoria

Frana viale della vittoria, al via i primi lavori: paura per gli sciacalli

Il prefetto di Agrigento, dopo aver effettuato personalmente un sopralluogo, ha istituito l'unità di crisi. Turni h24 di polizia e carabinieri contro lo sciacallaggio. Le case sventrate dai detriti

Non c'è stato attimo di pausa al viale della vittoria di Agrigento, dove stamani è crollato un muro di contenimento che si trovava alle spalle dei palazzi di quella via. Il fango e i detriti hanno sfondato i muri delle abitazioni ai piani inferiori, facendo scoppiare – per la forte pressione d'aria venutasi a creare – anche le vetrine del negozio "Folli follie". I titolari dell'esercizio commerciale hanno traslocato in tempo record, mentre le circa sessanta famiglie dei tre condomini sgomberati hanno portato via i beni di prima necessità.

La paura adesso è per gli sciacalli, ma a quello c'ha pensato il prefetto di Agrigento, Nicola Diomede: il rappresentante del Governo, dopo essere andato di persona sul posto, ha istituito l'unità di crisi, chiamando attorno al suo tavolo i vertici dei Vigili del fuoco, del Comune di Agrigento, del Dipartimento regionale di Protezione civile e delle forze dell'ordine. L'obiettivo è quello di garantire la sicurezza e l'incolumità dei cittadini e, soprattutto, degli sfollati.

VIDEO | La testimonianza: "Ho avuto paura di morire"

L'AVVIO DEI LAVORI DI PUNTELLAMENTO. Domattina potrebbero iniziare i lavori di sbancamento alle spalle del palazzo e di puntellamento della struttura. Non sarà un lavoro per nulla semplice, se si considera che a rimanere danneggiati sono stati due pilastri portanti del palazzo. I tecnici della Protezione civile regionale hanno anche effettuato un sopralluogo dalla via Giovanni XXIII: imbracati con funi e cinturoni di sicurezza, si sono calati dalla collina per fare il punto sulla situazione dall'alto. 

PATTUGLIAMENTI CONTRO LO SCIACALLAGGIO. Polizia e carabinieri, collaborati da una società di polizia privata incaricata dai condomini, pattuglieranno il viale della vittoria e la via Giovanni XXIII per tutta la notte. Verrà anche montata una torre faro della Protezione civile che servirà a sostituire i pali dell'illuminazione pubblica, disattivati per motivi di sicurezza. In gran parte della zona, infatti, l'Enel ha disattivato l'energia elettrica, mentre i tecnici del gas hanno dovuto scavare l'asfalto per chiudere il flusso del metano. I lavori sotterranei si sono resi necessari dopo che il fango e i detriti hanno sepolto le centraline dell'edificio. 

VIDEO | I soccorritori arrivano sul posto

APPARTAMENTI SVENTRATI DAI DETRITI. Mura sfondate e intere stanze rase al suolo. I detriti caduti dalla collina non hanno risparmiato gli appartamenti posti ai primi piani del palazzo. Alcuni dei proprietari delle case, rientrati nella struttura con i vigili del fuoco, hanno ritrovato le loro case completamente sventrate dal cemento. Tra le lacrime e le urla di dolore, hanno raccolto il necessario per poi uscire di corsa dallo stabile. 

ALLOGGI PER GLI SFOLLATI. Gli assistenti sociali del Comune di Agrigento sono intervenuti soltanto per due anziane signore del condominio del viale della vittoria colpito dalla frana. Le restanti famiglie, infatti, hanno trovato alloggio da amici e parenti. Le due signore, che vivono da sole, trascorreranno la notte in un albergo messo a disposizione dal Comune. 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Salute

Coronavirus: è arrivato lo spray nasale che aiuta a proteggersi

Attualità

Giardinetti del campo sportivo: arriva l'adozione da parte di privati

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

AgrigentoNotizie è in caricamento