menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
L'arrivo del presidente del Consiglio Matteo Renzi alla valle dei Templi

L'arrivo del presidente del Consiglio Matteo Renzi alla valle dei Templi

"Patto per il Sud", quegli appalti già banditi per la Valle dei Templi

Del finanziamento di 6 milioni e 700 mila euro per il Parco archeologico si parlava già, ed ufficialmente, dallo scorso primo giugno. Il progetto per la musealizzazione dei reperti e per realizzare i laboratori didattici è in corso d'opera

Del finanziamento di 6 milioni e 700 mila euro per il Parco archeologico Valle dei Templi - rientrante nel "Patto per il Sud" firmato ieri dal presidente del Consiglio Matteo Renzi e dal governatore della Sicilia Rosario Crocetta - si parlava già - ed ufficialmente - dallo scorso primo giugno. E si tracciava anche una sorta di bilancio visto che, nella passata programmazione - quella 2007-2013 -, i progetti finanziati erano stati 12 per complessivi 9 milioni e mezzo di euro. 

"Il primo progetto che è stato finanziato - aveva spiegato, allora, il direttore del Parco Giuseppe Parello - è per la musealizzazione dei reperti archeologici e per realizzare i laboratori didattici. Consisterà nella catalogazione di tutti i reperti di proprietà del Parco e nella loro sistemazione per far sì che la consultazione, da parte degli studiosi, sia semplice. Con questi fondi si potrà anche effettuare la manutenzione dei locali sotto piazzale Hardcastle e si creeranno, dunque, dei laboratori didattici specifici per l'archeologia e dunque per lo studio, da parte di esperti, dei reperti".

I lavori di questo primo progetto - che ha ottenuto un milione e 800 mila euro - sono già in corso d'opera. Per gli altri due progetti, invece, le gare d'appalto sono state già bandite. 

Un progetto - per 740 mila euro - riguarda le "Indagini archeologiche, valorizzazione e fruizione dell'Agorà superiore". Saranno effettuati nuovi scavi e verrà ricostruito, in parte, per avere la possibilità di una migliore comprensione, il portico che circondava il tempio romano. Questo studio venne effettuato con il Politecnico di Bari. Per partecipare all'asta, il cui importo base è di 718 mila euro, le offerte dovranno essere presentate entro il 16 settembre all'Urega di Agrigento, in via Acrone. Le buste verranno aperte all'Urega di Agrigento il 21 settembre.  

Tre milioni 960 mila euro serviranno, infine, per gli scavi al quartiere Ellenistico-Romano. Verranno effettuati scavi alla seconda e quarta insulae del quartiere Ellenistico-Romano, laddove, quando il Parco iniziò la campagna di scavi, vennero trovate le terme. Lo scavo sarà con la formula sperimentata della visita a cantiere aperto. L'importo a base d'asta, in questo caso, è di 2.937.024 euro. Per partecipare all'asta, le imprese interessate dovranno far pervenire, in plico sigillato, a mezzo raccomandata, entro il termine delle ore 13 del 28 settembre, la documentazione e le offerte.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Salute

Coronavirus: è arrivato lo spray nasale che aiuta a proteggersi

Attualità

Un aiuto per i più deboli: la Brigata “Aosta” dona beni di prima necessità

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

AgrigentoNotizie è in caricamento