Covid-19, Pasquetta sarà il giorno della trasgressione? Appello al prefetto: "Serve vigilanza da codice rosso"

Si temono pranzi fra persone non conviventi per Pasqua e l'esodo, soprattutto di giovani, verso le campagne ma anche le località balneari

Serve una vigilanza da "codice rosso". Bisogna fare in modo che Pasqua e Pasquetta - ormai dietro l'angolo - non siano l'occasione per trasgredire e rischiare di far aumentare, anche in modo vertiginoso, i contagi da Covid-19. Nelle ultime ore anche un medico - Carmelo Sgarito - ha rivolto un accorato appello al prefetto Dario Caputo. Anche molti sindaci dell'Agrigentino - conoscendo le loro realtà e le abitudini - hanno gli stessi timori e preoccupazioni. Praticamente tutti, con un'unica voce, chiedono maggiori controlli.  

Il sindaco di Naro: "Gite fuori porta? Chi pensa di farle è un imbecille"  

carmelo sgarito-3"Con l'approssimarsi del periodo pasquale è verosimile che qualche irresponsabile possa organizzare pranzi festivi allargati a familiari e parenti che attualmente non risiedono nella stessa casa o peggio ancora dedicarsi al barbecue in campagna (abitudine di Pasquetta) dove le adunanze possono essere più difficili da controllare e bloccare. La Pasquetta, soprattutto, rappresenta la prima vera scampagnata di primavera, una giornata destinata alla socialità fra amici e parenti - ha scritto il medico dermatologo Carmelo Sgarito - . E il problema non sono soltanto le campagne ma anche le località balneari dove molti giovani potrebbero confluire. Meno di un mese fa abbiamo assistito a scene assurde: l'invasione di San Leone da parte di giovani incoscienti, alcuni dei quali rientrati appena qualche ora prima dalle regioni del Nord e in particolare dalla Lombardia. Ora, i bar e tutte le attività ristorative sono ferme, ma qualcuno potrebbe pensar 'bene' di andare a bere qualche birra o drink vari sul lungomare o sulle spiagge".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

"La vigilanza, pertanto, dovra' essere da 'codice rosso' soprattutto in ossequio a quanti in maniera disciplinata continuano a rispettare le restrizioni ed a quanti negli ospedali lavorano con tenacia e coraggio per la comunità tutta. Sono certo che l'attenzione delle forze dell'ordine sarà ancor più forte e determinata (fino ad oggi è stata ottima...), proprio perchè sono più vaste le aree da presidiare!". Sgarito pensa all'Esercito: "Anche il ministro della Difesa potrebbe dare un segnale in tal senso e a mio avviso andrebbe sollecitato. Sono giorni particolari e nessuno vuole assistere ad un aumento dei contagi". 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • "Vendesi villa da sogno", casa Modugno a Lampedusa potrà essere acquistata

  • I contagi da Covid-19 continuano ad aumentare, firmata l'ordinanza: ecco tutti i nuovi divieti

  • Boom di contagi da Covid-19 ad Aragona, i genitori: "Prima la salute dei nostri figli, scuole chiuse subito"

  • A 214 km orari sulla statale 640, raffica di multe per l'elevata velocità e per uso del cellulare

  • Emergenza Covid-19: diagnosticati 7 nuovi contagi ad Aragona che è a 16 casi: positivi anche ad Agrigento e Sciacca

  • Ancora tamponi Covid positivi: 1 ad Agrigento e 3 a Sciacca, contagiato un altro medico

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
AgrigentoNotizie è in caricamento