"No" assembramenti: stop a feste e sale da ballo, ipermercati chiusi le domeniche pomeriggio

Dopo il vertice in Prefettura, il sindaco Stefano Castellino ha firmato l'ordinanza che mira a coniugare la libertà di circolazione e di svago con il rispetto delle disposizioni in materia di contenimento del contagio da Covid-19

“Sospesi gli eventi che implichino assembramenti in spazi chiusi o all’aperto. Le aree attrezzate per il gioco dei bambini restano chiuse. Disposta la chiusura al pubblico, dalle ore 14 alle 6 del giorno successivo, per domeniche e festivi dei supermercati e degli ipermercati”. C’è questo, ma non soltanto, nel provvedimento che è stato siglato dal sindaco Stefano Castellino. In Prefettura, a metà mese, c’è stata una riunione fra il prefetto Maria Rita Cocciufa e i sindaci dei Comuni costieri per provare a trovare delle linee di indirizzo uguali per tutti per fare in modo si possa coniugare la libertà di circolazione e di svago con il rispetto delle disposizioni in materia di contenimento del contagio da Covid-19. 

Palma di Montechiaro – con un totale di 9 contagiati, di cui un deceduto – è stata una delle realtà agrigentine che ha vissuto, in maniera diretta, l’emergenza sanitaria determinata dal Coronavirus. Adesso, gli ammalati sono tutti guariti e il rischio di nuovi “positivi” sembra diventare sempre più blando. Ma non è ancora detta l’ultima parola, motivo per il quale il sindaco Stefano Castellino ha firmato un’ordinanza – rivolta ai concittadini – ricolma di divieti e raccomandazioni.

“Quanti hanno sintomi da infezione respiratoria e febbre, superiore a 37,5 gradi, devono restare a casa e limitare al massimo i contatti sociali. C’è ancora il divieto di assembramento e le manifestazioni, di qualunque tipo in luogo pubblico o aperto al pubblico, si svolgono se ritenuto possibile sulla base dell’andamento dei dati epidemiologici – scrive il sindaco Castellino - . L’accesso del pubblico ai parchi, alle ville e ai giardini pubblici è condizionato al rigoroso rispetto del divieto di assembramento, nonché della distanza di sicurezza interpersonale di almeno un metro – è stato previsto - . Restano sospese le attività che abbiano luogo in sale da ballo e discoteche e locali assimilati, all’aperto o al chiuso, così come fiere e congressi. Sono consentite tutte le attività sportive individuali. I circoli sportivi, le società, le associazioni sportive e le palestre sono autorizzati all’espletamento delle proprie attività  anche n luoghi al chiuso, nel rispetto del distanziamento interpersonale. L’apertura del cimitero – prosegue l’ordinanza del sindaco – è dalle 7,30 alle 12 dal lunedì alla domenica, con accesso controllato e contingentato”. Il sindaco di Palma di Montechiaro ha previsto – sempre per contenere la diffusione del virus Covid-19 – “l’obbligo di usare protezioni delle vie respiratorie nei luoghi chiusi accessibili al pubblico, inclusi i mezzi di trasporto e comunque in tutte le occasioni in cui non sia possibile garantire continuativamente il mantenimento della distanza di sicurezza”. Stabilito anche “il divieto di feste, anche private, che producano assembramento”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus: la Sicilia diventa zona gialla, Musumeci: "Non è un liberi tutti"

  • Focolaio di coronavirus in casa di riposo, oltre 50 i positivi: Campobello è a rischio "zona rossa"

  • Auto sbatte contro un cancello e si ribalta lungo la statale 122, morto il ventiseienne

  • Coronavirus, boom di contagi ad Aragona: 24 in un solo giorno e si arriva a 65 positivi, un'altra vittima a Canicattì

  • L'incubo deviazione è finito: dopo 2 anni e 2 mesi riapre la galleria Spinasanta

  • Coronavirus, nel "valzer" di guarigioni e nuovi contagi c'è una nuova vittima: è un grottese

Torna su
AgrigentoNotizie è in caricamento