Coltelli puntati e calci alla moglie incinta, 45enne rinviato a giudizio

L'uomo è accusato di maltrattamenti, stalking e violazione degli obblighi di assistenza: la donna sarebbe stata picchiata, minacciata e pedinata

Foto archivio

Rinviato a giudizio con l'accusa di maltrattamenti, stalking e violazione degli obblighi di assistenza familiare. Il giudice dell'udienza preliminare Francesco Provenzano manda a processo Salvatore Vassallo, 45 anni, di Palma.

L'imputato, che ha nominato come difensore l'avvocato Santo Lucia, per circa due anni, a partire dall'aprile del 2012, avrebbe picchiato la donna persino spingendola dalle scale e prendendola a calci nel sedere. L'ipotesi della Procura, che si sviluppa sulla base della denuncia della presunta vittima, è che Vassallo abbia pure minacciato la propria moglie puntandole oggetti pericolosi come coltelli e forbici, aggredendola anche quando era in stato di gravidanza, afferrandola per il collo e trascinandola sul balcone. In alcune circostanze, inoltre, sarebbe stata insultata e trascinata per i capelli.

L'accusa di stalking, invece, scaturisce dall'averla ripetutamente perseguitata durante la separazione, pedinandola, sostando davanti alla sua abitazione e inviandole numerosi messaggi. Infine l'accusa di violazione degli obblighi per essersi sottratto, secondo quanto ipotizza la Procura, ai doveri di assistenza familiare non versando alcuna somma di denaro. La vicenda, adesso, approderà in aula per il processo, fissato per il 13 gennaio davanti al giudice Giuseppa Zampino. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus: la Sicilia diventa zona gialla, Musumeci: "Non è un liberi tutti"

  • Incidente sulla statale 115: scontro fra auto e furgone, morta una 59enne di Licata

  • Coronavirus e zona "gialla", ecco tutte le regole in vigore da domani

  • Coronavirus, 4 morti fra Campobello, Palma e San Biagio: tornano ad aumentare i contagi

  • Coronavirus, nuovo boom di contagi in provincia: ad Aragona muore ex sindaco, una vittima pure a S. Giovanni Gemini

  • Coronavirus, crescono i casi a Canicattì (+11), Ravanusa (+9), Campobello (+3), Racalmuto e Licata (+1): c'è anche un morto

Torna su
AgrigentoNotizie è in caricamento