Cronaca

"False fatture per evadere le imposte", condannato imprenditore

Un anno e otto mesi di reclusione per Calogero Cremona, 54 anni, riconosciuto colpevole pure di avere occultato le scritture contabili

foto archivio

Un anno e otto mesi di reclusione per l'accusa di false fatturazioni e occultamento delle scritture contabili. La sentenza è stata emessa dal giudice monocratico Giuseppe Miceli nei confronti di Calogero Cremona, 54 anni, di Palma, legale rappresentante della società Cobeca srl.

L'imprenditore, che è stato difeso dagli avvocati Salvatore Re e Fabio Inglima Modica, avrebbe emesso, negli anni 2015 e 2016, fatture per operazioni inesistenti dell'importo complessivo di circa 250mila euro. I documenti contabili falsi sarebbero serviti, ad alcune società, per far lievitare le spese ed evadere le imposte.

Un'ulteriore contestazione scaturiva dall'avere occultato le scritture contabili e i documenti di cui era obbligatoria la conservazione che sarebbero stati sottratti agli organi accertatori in modo da non consentire la ricostruzione del patrimonio aziendale.

L'indagine è scaturita da un controllo della Guardia di Finanza, eseguito il 3 ottobre del 2019. Il pubblico ministero, a conclusione della requisitoria, aveva chiesto la condanna a 2 anni e 10 mesi.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"False fatture per evadere le imposte", condannato imprenditore

AgrigentoNotizie è in caricamento