menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Il Commissariato di Porto Empedocle

Il Commissariato di Porto Empedocle

Porto Empedocle, occupano abusivamente una casa e si autodenunciano

Una triste storia che umanamente trova forse una giustificazione, ma che per la legge parla chiaro: l'occupazione abusiva è reato. Protagonista una giovanissima coppia con tre figli.

"Siamo nel quartiere 'Grandi lavori': abbiamo appena occupato abusivamente una casa". Al centralinista del Commissariato di Porto Empedocle sembrava quasi uno scherzo la telefonata ricevuta ieri sera da una coppia di giovanissimi empedoclini. Entrambi disoccupati, con tre figli piccoli, non hanno un tetto sotto il quale dormire e così hanno deciso di entrare in una casa disabitata ed occuparla abusivamente.

Coscienti del fatto che prima o poi le forze dell'ordine lo sarebbero venute a sapere, o forse spinti dalla rassegnazione dettata dalla loro povertà, hanno alzato il telefono e composto il 113: "Siamo entrambi senza lavoro. Non abbiamo dove dormire. Siamo entrati in questa casa abbandonata". I poliziotti del vicequestore aggiunto Cesare Castelli sono andati sul posto, non trovato nulla di diverso da quello descritto per telefono dalla coppia.

Una triste storia che umanamente trova forse una giustificazione, ma che per la legge parla chiaro: l'occupazione abusiva è reato. I due, infatti, sono stati denunciati a piede libero alla Procura della Repubblica di Agrigento.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

AgrigentoNotizie è in caricamento