Domenica, 16 Maggio 2021
Cronaca

Nubifragio, il sindaco di Palma di Montechiaro: "Intervenga lo Stato"

Il primo cittadino Pasquale Amato lancia un appello alle istituzioni: "Serve un nuovo sistema di smaltimento delle acque piovane"

Detriti sulle strade di Palma di Montechiaro

“Serve un nuovo sistema di smaltimento delle acque piovane, perché quello che abbiamo è drammaticamente inefficace”. È l’appello lanciato al governo nazionale e regionale dal sindaco di Palma di Montechiaro, Pasquale Amato, dopo il nubifragio di sabato scorso, che ha messo in ginocchio il territorio.

“Se lo Stato, gli italiani, non vogliono rivelarsi ipocriti, pronti a piangere dopo che la tragedia accade, - prosegue Amato - interveniamo ora in modo programmatico ma risolutivo. Si aspetta che il prevedibile maggior ristagno delle acque crei condizioni igienico-sanitarie pericolosamente irreversibili? Uniamo il nostro impegno per superare problemi superiori”. 

Ieri mattina, il sindaco, insieme alla polizia municipale, ha fatto un sopralluogo per stilare un bilancio dei danni. “Abbiamo registrato la necessità di rimuovere detriti trascinati dalle correnti alluvionali – scrive il sindaco Amato – che hanno coperto caditoie e inghiottitoi, posti nella zona nord del centro abitato, in via I Maggio incrocio con la via Boccaccio e via Marzabotto in corrispondenza dell'attraversamento del condotto delle acque provenienti dall'ex strada ferrata nella zona del serbatoio-Pizzillo”. 

Altre criticità sono state segnalate dal primo cittadino sulla strada Tumazzo-Ciotta. “Adesso servirà rimuoverli  - afferma Amato - e ridurre i disagi al transito e alla comunità, inoltre va perfezionata l'organizzazione di pronto intervento”.

“A Licata – ha spiegato ancora il sindaco - non è caduta più acqua che a Palma di Montechiaro, ma la condizione del nostro territorio ci aiuta a smaltire le acque. Invece, a Licata, con le fognature con scarsa pendenza, prossime al livello del mare, la sedimentazione dei materiali trascinati dalle acque piovane, occlude la sezione delle fognature piano piano fino a vanificarne le funzioni. È un problema che può solo sempre più degenerare ed è risolvibile attraverso un intervento tempestivo e radicale di rifacimento del sistema fognario, possibile solo attraverso uno sforzo straordinario nazionale”.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Nubifragio, il sindaco di Palma di Montechiaro: "Intervenga lo Stato"

AgrigentoNotizie è in caricamento