menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Realmonte ed il ferragosto sicuro, il sindaco Zicari: "Niente tende e falò"

Dopo il vertice in prefettura anche il primo cittadino di Realmonte si adegua alle disposizioni. Zicari fa sapere che "le forze dell'ordine presidieranno le spiagge affinché ciò non accada"

Anche Realmonte si associa al "Ferragosto sicuro". Il sindaco Calogero Zicari ha preso parte al "tavolo tecnico" della prefettura, da lì, sono uscite direttive e indicazioni. Dalla riunione è stato confermato il divieto che la legge impone, di montare tende sulla spiaggia ed accendere fuochi.

"E' un'ordinanza necessaria ed indispensabile - dice Zicari - imposta dalla legge e sulla quale i sindaci non hanno alcun potere discrezionale. Del resto, anche il sentire comune, sia su base regionale che nazionale, ci impone di comportarci in un certo modo, nel rispetto dell'ambiente, in termini di decoro e pulizia. So che molti ragazzi amano dormire in spiaggia la notte tra il 14 ed il 15, che questa è diventata una tradizione, che, in mancanza di una tenda, la permanenza sull’arenile, per tutta la notte, diventa problematica, ma, è anche vero che, spesso, si è abusato dell’arenile costruendo accampamenti, recinzioni, accendendo fuochi, provocando fumo ecc. Difficile compito dei sindaci è quello di conciliare le richieste della popolazione e soprattutto dei ragazzi - continua - con quelle che provengono dall’opinione pubblica nazionale; è quello di proteggere e salvaguardare il buon nome del territorio, di un’area, attraverso la promozione di un’immagine positiva dello stesso e ciò sia per ragioni di interesse generale, che per ragioni di crescita economica e sociale. Le immagini dell’anno scorso del nostro litorale, nel giorno di ferragosto, hanno certamente danneggiato il comune di Realmonte - dice. L’ordinanza prodotta oggi, in osservanza delle leggi vigenti, mira ad impedire la presenza di tende da campeggio e fuochi sull’arenile. Perciò, le forze dell’ordine presidieranno le spiagge affinché ciò non accada. Ciò premesso, noi siamo e vogliamo rimanere ospitali, perciò mi auguro che le nostre spiagge siano piene di visitatori, di ragazzi che fanno il bagno a mezzanotte, di gente che balla e si diverte, che rimane sull'arenile per tutta la notte e sino all’alba. Vi comunico che i comuni limitrofi al nostro, Agrigento e Siculiana, ma anche Palma di Montechiaro, Licata, Montallegro, Cattolica Eraclea, Ribera, Sciacca, hanno già negli anni passati vietato l'uso di tende sui loro territorio, ciò ci impone ancora di più di allinearci con questi comuni e con la legge, diversamente avremmo un afflusso sul nostro litorale eccessivo, con gravi conseguenze di sicurezza e di ordine pubblico".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Giardinetti del campo sportivo: arriva l'adozione da parte di privati

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

AgrigentoNotizie è in caricamento