rotate-mobile
Cronaca Centro città / Viale della Vittoria

Messa in sicurezza del costone sul palazzo "Crea", assegnati altri 100 mila euro al Comune

I fondi sono stati impegnati sul bilancio e adesso il settore Infrastrutture e Patrimonio, Protezione civile potrà procedere all’attivazione delle procedure per l’affidamento della progettazione

I fondi - 103.879,23 euro - sono stati già accreditati dalla Tesoreria dello Stato. E palazzo dei Giganti li ha impegnati sul capitolo del bilancio comunale. Serviranno per la progettazione dei lavori di “Messa in sicurezza del versante a Nord Ovest delle palazzine del viale Della Vittoria denominate Crea e del versante sottostante la via Picone, sottoposto a rischio idrogeologico R4/R3 e pericolosità P4/P3”.

Le risorse finanziarie sono state assegnate la vigilia dell'Immacolata dal ministero dell’Interno, dipartimento per gli Affari Interni e Territoriali - direzione centrale per la Finanza locale. Si tratta di somme per la progettazione definitiva ed esecutiva di interventi di messa in sicurezza.

Impegnati i soldi sul bilancio comunale, il settore Infrastrutture e Patrimonio, Protezione civile potrà procedere all’attivazione delle procedure finalizzate all’affidamento della progettazione per la messa in sicurezza di un'area già in parte interessata dagli interventi della Protezione civile per la messa in sicurezza del costone dopo il crollo del 2014.

Nel luglio dello scorso anno, l'allora amministrazione Firetto aveva approvato il progetto di fattibilità di 2 milioni e 741 euro. "Abbiamo sfruttato l'occasione di un finanziamento per risolvere in modo definitivo un problema che interessa quest'area e centinaia di persone" - aveva detto, allora, il sindaco Lillo Firetto - . Un progetto che doveva completare, appunto, le opere già eseguite dal dipartimento di Protezione civile regionale nel versante su cui sono presenti ancora coltri argillose instabili compresi i banconi calcarenitici che spesso rappresentano vecchie aree di cava con edifici residenziali che si trovano a pochi metri di distanza quando addirittura non si trovano proprio in aderenza ad essi. L'area di intervento, compresa tra la via Picone e il Viale, fin quasi alla scuola è interessata dalla presenza di immobili residenziali, attività commerciali, da diverse infrastrutture stradali compresi sottoservizi e impianti di pubblica illuminazione.

Già nell’ottobre del 2017, il Comune di Agrigento aveva candidato questo progetto – per mitigare il dissesto idrogeologico – ad un apposito bando regionale. Progetto che, all’epoca, aveva un importo complessivo di un milione e 800 mila euro.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Messa in sicurezza del costone sul palazzo "Crea", assegnati altri 100 mila euro al Comune

AgrigentoNotizie è in caricamento