Cronaca

Sette anni di maltrattamenti prima delle minacce con l'acido, 25enne a processo

Fra gli episodi più gravi, ipotizzati dalla Procura, ci sono una serie di pestaggi con calci, pugni e schiaffi di cui la compagna sarebbe stata vittima nel corso della gravidanza

Alessandro Rizzo

Sette anni di maltrattamenti prima dello stalking con la minaccia di volerla sfregiare con l'acido: nuovi guai giudiziari per il venticinquenne Alessandro Rizzo. Ieri mattina, davanti al giudice Alfonso Pinto, è iniziato il processo che lo vede imputato per le violenze che avrebbe commesso ai danni dell'ex fidanzata.

Rizzo, difeso dall’avvocato Calogero Lo Giudice, dovrà rispondere dell’accusa di maltrattamenti, ancora una volta ai danni dell’ex convivente (parte civile con l’assistenza dell’avvocato Consuelo Alonge) che sarebbe stata costretta a subire la sua brutalità per sette anni, anche durante la gravidanza.

Ieri, dopo l'apertura del dibattimento, è stata programmata l'audizione della vittima per il 16 aprile. Le violenze ai danni della donna, continuamente picchiata, minacciata e insultata, sarebbero iniziate nell’agosto del 2012 e concluse solo nel febbraio del 2018.

Fra gli episodi più gravi, ipotizzati dalla Procura, ci sono una serie di pestaggi con calci, pugni e schiaffi di cui la compagna sarebbe stata vittima nel corso della gravidanza da parte di Rizzo che - sostiene l’accusa - avrebbe avuto l’abitudine di ubriacarsi. Nel 2012 l’avrebbe picchiata selvaggiamente e poi portata in ospedale per farsi medicare.

Lì l’avrebbe costretta a mentire e raccontare di essersi ferita in una rissa con un’altra donna, scoppiata per le conseguenze di un incidente stradale.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Sette anni di maltrattamenti prima delle minacce con l'acido, 25enne a processo

AgrigentoNotizie è in caricamento