menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Ceffoni, calci e urla davanti la Questura: due donne bloccate dalla polizia

A riportare la calma sono stati i poliziotti della sezione Volanti che sono sopraggiunti. Nessuna è rimasta ferita

Si incrociano, mentre sono in macchina, per strada. Ad un certo punto, una inizia a seguire – sempre al volante della propria autovettura – l’altra. All’altezza della Questura, ad Agrigento, le due donne – entrambe quarantenni – accostano le utilitarie e iniziano a discutere, ad accusarsi e a minacciarsi. Dalle parole ai fatti visto che, all’improvviso, partono i ceffoni e i calci. Qualcuno, notando l’inusuale scena e temendo che la lite potesse degenerare, chiama i soccorsi.

A riportare la calma sono stati i poliziotti della sezione Volanti che sono sopraggiunti, praticamente, come un fulmine. Gli agenti hanno subito bloccato le due donne, che ancora cercavano di accapigliarsi, e hanno provato a ricostruire che cosa, effettivamente, avesse fatto scatenare il diverbio prima e la lite dopo. Non è risultato essere chiaro. A quanto pare fra le due donne, da tempo, vi sarebbero dissapori, discussioni e litigi vari.

Fino, appunto, ad arrivare alla serata di giovedì davanti la Questura della città dei Templi. Nessuna delle due donne è rimasta ferita, nessuna ha accettato di fare ricorso, anche solo per essere controllata, al pronto soccorso. I poliziotti della sezione Volanti hanno invitato entrambe, qualora naturalmente lo ritenessero opportuno, a formalizzare querela di parte l’una contro l’altra. E non è detto che ciò – entro i termini di querela – non avvenga. 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

AgrigentoNotizie è in caricamento