Domenica, 16 Maggio 2021
Cronaca

Proiettili e lettera minatoria allo stadio di Siculiana, intimidazione per la squadra locale

Nella missiva, firmata "Ultras Cattolica Eraclea", si faceva chiaro riferimento alla partita che il Siculiana disputerà domenica 30 marzo: "Non venite alla partita sennò vi finisce male". Indagano i carabinieri

"State attenti, non venite alla partita sennò vi finisce male. Firmato: Ultras Cattolica Eraclea". Recita così la lettera minatoria rinvenuta oggi, insieme a due cartucce "a salve" inesplose, all'ingresso degli spogliatoi del campo di calcio di Siculiana, dove si allena e gioca l'omonima squadra partecipante al campionato di Prima categoria.

La lettera, ritrovata da un custode, era indirizzata alla società presieduta dall'imprenditore Carmelo Santino. Nella missiva si faceva chiaro riferimento alla partita che il Siculiana disputerà domenica 30 marzo a Cattolica Eraclea contro la squadra locale. Sulla vicenda hanno immediatamente avviato le indagini i carabinieri della Stazione di Siculiana, diretti dal maresciallo Fabio Natale, alle dipendenze della Compagnia dei carabinieri di Agrigento, comandata dal capitano Giuseppe Asti.

Per gli investigatori, che avrebbero già sentito il presidente Santino e gli altri dirigenti della squadra, il messaggio sarebbe chiaro: la frizione tra le due tifoserie era già stata registrata in occasione della partita di andata. Le indagini puntano adesso a risalire all'identità dell'autore della missiva.

Per il presidente del Siculiana, Carmelo Santino, è un fatto gravissimo. "Ma - ha fatto sapere - andremo comunque a giocare con serenità". LEGGI L'INTERVISTA --->

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Proiettili e lettera minatoria allo stadio di Siculiana, intimidazione per la squadra locale

AgrigentoNotizie è in caricamento