Migranti e crisi economica, capo dipartimento in visita a Lampedusa

Il prefetto Michele Di Bari, responsabile della struttura per le libertà civili e l'immigrazione, ha incontrato le istituzioni impegnate nell'emergenza sbarchi: riunito al Comune il comitato per l'Ordine e la sicurezza

Il Comune di Lampedusa

Il capo dipartimento per le Libertà civili e l'Immigrazione del ministero dell'Interno, il prefetto Michele Di Bari, è stato in visita oggi a Lampedusa, accompagnato da una delegazione dello stesso dipartimento composta anche dal capo del terzo reparto del Comando generale del Corpo delle Capitanerie di Porto, contrammiraglio Sergio Liardo, e dal generale Giuseppe Arbore del Comando generale della Guardia di Finanza. 

"La visita, fortemente voluta dal ministro dell’Interno - spiega la Prefettura di Agrigento con una nota -, testimonia l’impegno e l’attenzione del ministero dell’Interno nei riguardi delle problematiche connesse agli arrivi via mare dei migranti ed al sistema di accoglienza, anche alla luce delle ulteriori difficoltà determinate dall’attuale emergenza sanitaria da Covid-19".

Di Bari ha effettuato dei sopralluoghi anche con l’ausilio di rappresentanti dei vigili del fuoco e della Croce Rossa Italiana e si è confrontato con le componenti istituzionali a vario titolo coinvolte nella complessa gestione del fenomeno migratorio sull’isola.

Al termine dei sopralluoghi, nella sede del Comune, è stata ricevuta una delegazione degli albergatori e di operatori economici dell’isola che, nel consegnare un documento, hanno rappresentato le difficoltà vissute dalla categoria.

Nell’occasione, anche il sindaco di Lampedusa Salvatore Martello si è fatto portavoce del "forte disagio che l’insularità fa sentire alla popolazione locale anche e soprattutto per la drastica riduzione dei collegamenti da e per Lampedusa, interessata tra l’altro dalla ripresa degli sbarchi". 

Sempre al Municipio, infine, si è tenuta una riunione del comitato provinciale per l’Ordine e la sicurezza pubblica volta ad esaminare "gli aspetti operativi e le criticità connesse agli sbarchi che interessano l’isola ed a ricercare soluzioni condivise - si legge sempre nel documento della Prefettura - al fine di migliorare il modello di accoglienza nell’attuale delicata fase di emergenza da Covid-19".

Alla riunione, presieduta dal prefetto di Agrigento Maria Rita Cocciufa, hanno partecipato il questore ed i comandanti provinciali dei carabinieri e della Guardia di finanza, nonché le componenti istituzionali coinvolte nel controllo del mare e delle coste. Nel corso della visita hanno avuto luogo degli incontri anche col parroco di Lampedusa e col responsabile dell’ente gestore dell’hotspot. 
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus: la Sicilia diventa zona gialla, Musumeci: "Non è un liberi tutti"

  • Incidente sulla statale 115: scontro fra auto e furgone, morta una 59enne di Licata

  • Coronavirus e zona "gialla", ecco tutte le regole in vigore da domani

  • Coronavirus, 4 morti fra Campobello, Palma e San Biagio: tornano ad aumentare i contagi

  • Coronavirus, nuovo boom di contagi in provincia: ad Aragona muore ex sindaco, una vittima pure a S. Giovanni Gemini

  • Coronavirus, il bollettino dell'Asp: 88 nuovi positivi, 6 ricoverati e 2 vittime

Torna su
AgrigentoNotizie è in caricamento