Domenica, 14 Luglio 2024
Cronaca Lampedusa e Linosa

Sigarette? Scoppia la rissa nel centro d'accoglienza, due immigrati restano feriti

Prima all'esterno della struttura era divampata una protesta, decisamente accesa, di un consistente numero di tunisini allarmati dall'eventualità del loro rimpatrio

Prima la protesta, decisamente accesa, di un consistente numero di tunisini allarmati dall'eventualità del loro rimpatrio. Poi, la rissa fra migranti - sviluppatasi all'interno dell'hotspot di contrada Imbriacola - e due tunisini finiti, a causa delle ferite riportate nello "scontro", al Poliambulatorio di Lampedusa. Una rissa che sarebbe riconducibile non al ventilato rimpatrio, ma a nient'altro che a delle sigarette prestate da un migrante ad un altro e poi, a quanto pare, non restituite. Nemmeno su esplicita, e per niente diplomatica, richiesta.

Contestano il cibo e reclamano il pocket money, nuova rivolta di immigrati 

Sono ore decisamente convulse, per i poliziotti della Squadra Mobile che 365 giorni all'anno si occupano anche dell'hotspot di Lampedusa. Gli agenti hanno avviato le indagini e stanno cercando, adesso, naturalmente, di fare chiarezza. I due fatti, verificatisi nel giro di neanche 12 ore, sembrerebbero però - e con un certo margine di certezza - non collegabili.

La protesta contro i rimpatri è avvenuta all'esterno del centro d'accoglienza. I poliziotti, immediatamente intervenuti, hanno dialogato con i migranti e di fatto hanno calmato gli animi. Sembrava appunto tutto archiviato. Ed effettivamente così è stato, almeno fino alla notte fra venerdì e ieri.

Minacciano di morte e tengono in ostaggio una operatrice, due arresti 

All'improvviso, infatti, all'interno della struttura d'accoglienza di Lampedusa - che attualmente ospita tantissimi tunisini - sarebbe divampata una diatriba, presto trasformatasi in rissa. E due giovani migranti sono, appunto, finiti al Poliambulatorio. Uno ha riportato un brutto taglio al volto. L'altro un trauma cranico, ritenuto non pericoloso. Entrambi sono stati, infatti, medicati e hanno fatto ritorno all'hotspot. Anche durante la notte fra venerdì e ieri ad intervenire è stata la Squadra Mobile e i poliziotti della Questura di Agrigento che sono sull'isola. I poliziotti hanno subito riportato la calma, facilitato i soccorsi dei due feriti e poi avviato le indagini. Non ci sono ancora certezze investigative, ma a quanto pare il tafferuglio sviluppatosi durante la notte sarebbe collegabile a delle sigarette che sono state prestate e che poi non sarebbero state restituite. I poliziotti, ieri, per tutta la giornata, hanno sentito numerosi migranti. Gli investigatori stanno cercando di fare chiarezza sull'accaduto e di identificare gli autori delle lesioni. Migranti che, naturalmente, rischiano una denuncia alla Procura. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Sigarette? Scoppia la rissa nel centro d'accoglienza, due immigrati restano feriti
AgrigentoNotizie è in caricamento