menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Barche affondate e inquinamento, Legambiente presenta esposto in Procura

L'appello: "Venga fatta piena luce sulla mancata attuazione degli appalti per la rimozione dei relitti e dei barconi indetti da mesi dall'agenzia regionale delle Dogane e dei Monopoli cui compete tale attività"

"Tutto il territorio di Lampedusa e tutto l'ambito marino circostante compreso il porto sono vincolati dall'Unione Europea come zona di protezione speciale per l'elevato valore naturalistico e quindi il degrado ambientale che si sta verificando ormai da mesi costituisce anche violazione delle norme comunitarie". Lo scrive Legambiente Sicilia e il circolo Esther Ada di Lampedusa che hanno già dato mandato ai legali del centro di azione giuridica di Legambiente di presentare un esposto alla Procura, al ministero dell'Ambiente ed alla Commissione Europea. Legambiente chiede che "venga fatta piena luce sulla mancata attuazione degli appalti per la rimozione dei relitti e dei barconi indetti da mesi dall'agenzia regionale delle Dogane e dei Monopoli cui compete tale attività". 

"Ma la situazione è ancora più grave per la presenza di depositi di imbarcazioni in più punti dell'isola: da Cala Salina all'area militare dell'ex base Loran" - ricorda Legambiente - . 

barche affondate lampedusa-2

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

AgrigentoNotizie è in caricamento