Fabbricato abusivo sul mare a Lampedusa, no dal Tar alla demolizione

I giudici amministrativi bocciano il provvedimento del Comune: "Non ha motivato il no alla deroga"

“Il Comune di Lampedusa e Linosa non ha in alcun modo dato seguito alla richiesta di deroga avanzata dalla società ricorrente, svolgendo il relativo procedimento, ma non ha neanche corredato l’impugnato provvedimento di diniego di sanatoria dell’indicazione di eventuali motivi che, in ipotesi, ostino, in via pregiudiziale, allo svolgimento di tale procedimento”.

I giudici del Tar Sicilia di Palermo, annullano il provvedimento del Comune di Lampedusa, e “salvano” dalla demolizione un fabbricato abusivo costruito una trentina di anni fa dalla società Selis Lampedusa spa. Il responsabile del Settore Urbanistica ed Edilizia del Comune, con due distinti provvedimenti ravvicinati, ha prima negato il condono edilizio alla società e, in seguito, ha ordinato la demolizione delle opere abusive.

La società, rappresentata e difesa dagli avvocati Giuseppe Mazzarella e Alessandro Maggio, si è rivolta ai giudici amministrativi per chiedere di annullare il provvedimento dell’ente che è stato rappresentato dall’avvocato Antonino Manto.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • "Vendesi villa da sogno", casa Modugno a Lampedusa potrà essere acquistata

  • I contagi da Covid-19 continuano ad aumentare, firmata l'ordinanza: ecco tutti i nuovi divieti

  • A 214 km orari sulla statale 640, raffica di multe per l'elevata velocità e per uso del cellulare

  • Boom di contagi da Covid-19 ad Aragona, i genitori: "Prima la salute dei nostri figli, scuole chiuse subito"

  • Coronavirus, 7 nuovi casi: 3 ad Aragona, 2 a Sciacca, 1 ad Agrigento e a Palma

  • Coronavirus, boom di contagi ad Aragona e tamponi positivi anche a Licata

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
AgrigentoNotizie è in caricamento