Sabato, 13 Luglio 2024
Cronaca

Ispezione aggiustata per fare assumere la moglie? Carabiniere in aula: "Nessuna pressione"

L'appuntato Felice Portelli, in un primo momento nella lista degli indagati, precisa: "Il comandante mi diede l'incarico di seguire l'istruttoria ma non ho subito alcun condizionamento"

"Il comandante dell'Ispettorato del lavoro Antonio Arnese mi diede l'incarico di redigere il verbale ispettivo ed eseguire l'istruttoria ma non ci fu mai alcun condizionamento da parte sua". L'appuntato dei carabinieri Giuseppe Portelli scagiona così, almeno secondo il suo punto di vista, il maresciallo imputato di corruzione perchè avrebbe barattato l'assunzione della moglie alle dipendenze di Casa Amica con un controllo ispettivo "blando, erroneo e lacunoso" all'istituto di formazione Ecap.

L'accordo corruttivo (al quale secondo l'accusa avrebbe preso parte con un ruolo di intermediario l'ex comandante della polizia giudiziaria della Procura, il luogotenente Vincenzo Mangiavillano, accusato anche di avere rivelato all'amico Arnese l'esistenza dell'indagine a suo carico) sarebbe stato raggiunto con l'avvocato Ignazio Valenza.

Il professionista, attuale consigliere dell'Ordine e all'epoca dei fatti segretario, presiedeva sia l'ente assistenziale che l'istituto di formazione. Portelli è stato citato dal difensore di Arnese, l'avvocato Daniela Posante, davanti ai giudici della seconda sezione penale presieduta da Giuseppe Miceli. "Sono stato incaricato da Arnese - ha detto - di occuparmi della fase istruttoria dell'ispezione all'Ecap, scaturita da un esposto di alcuni lavoratori e l'ho redatta senza alcun tipo di condizionamento da parte del mio comandante".

Secondo la Procura incece - dopo il trasferimento del pm Andrea Maggioni alla Procura di Ferrara il fascicolo è stato assegnato al magistrato Salvatore Vella - Portelli, che per questi fatti in un primo momento fu indagato, aveva collaborato con Arnese il quale avrebbe indirizzato la pratica, relativa alla posizione di alcuni lavoratori, verso l'archiviazione e come contropartita avrebbe ricevuto da Valenza l'assunzione della moglie a Casa Amica. 

Gli imputati, invece, hanno sempre smentito qualsiasi nesso fra le due cose dicendo che le tempistiche sono state del tutto diverse. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ispezione aggiustata per fare assumere la moglie? Carabiniere in aula: "Nessuna pressione"
AgrigentoNotizie è in caricamento