Cronaca

"Incarico illegittimo", ex sindaco condannato a pagare 24 mila euro al Comune

Sentenza della Corte dei Conti a carico di Bernardino De Rubeis. Secondo i giudici contabili "non può non ravvisarsi, nel caso di specie, una ipotesi di danno erariale"

Bernardino De Rubeis, ex sindaco di Lampedusa

La sezione giurisdizionale della Corte dei conti ha ritenuto illegittimo l'incarico di responsabile dello sportello unico per le attività produttive affidato, nel 2010, a Gioacchino Giancone ed ha condannato - secondo quanto riporta il Giornale di Sicilia - l'ex sindaco di Lampedusa e Linosa Bernardino De Rubeis a restituire al Comune 24 mila euro.

Secondo il collegio giudicante “non può non ravvisarsi, nel caso di specie, una ipotesi di danno erariale derivante dall’illegittimo conferimento di un incarico di collaborazione professionale ad alto contenuto di professionalità al di fuori dei presupposti di legge”. Per i giudici contabili, infatti, “il De Rubeis ha conferito ad un soggetto esterno all’amministrazione comunale compiti di ordinaria amministrazione privi, quindi, di quel carattere di eccezionalità che ne costituisce il presupposto indefettibile, senza previa ricognizione delle capacità professionali delle unità esterne e senza alcuna comparazione fra possibili diversi aspiranti”.
 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"Incarico illegittimo", ex sindaco condannato a pagare 24 mila euro al Comune

AgrigentoNotizie è in caricamento