Illegittimo il distacco delle utenze idriche operato da Girgenti acque

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di AgrigentoNotizie

L'avv Giuseppe Trizzino denuncia Girgenti Acque spa.

Incostituzionale, illegittimo ed immorale disporre il distacco delle utenze idriche per morosità.

Così motiva la propria azione a tutela del proprio assistito e della collettività intera.

È una battaglia di civiltà, oggi, nel 2015 è inaudito che una famiglia debba vedersi tagliare l'acqua per morosità o, per qualsiasi altra ragione.

Dietro ogni utenza ci sono persone, esseri umani, con le loro primarie esigenze e necessità e, pertanto, deve darsi valutazione specifica caso per caso.

Qualora un utente dimostri di non avere disponibilità ad una rateazione eccessiva e gravosa, deve essere sostenuto ed agevolato con rate conformi alla propria capacità economica.

Ad ogni buon conto è illegittimo e contrario alla legge, operare il distacco dell'acqua, perché l'acqua è "diritti fondamentali per la vita".

Sostiene che :".. la necessità di un quantitativo minimo d'acqua è riconosciuto anche a chi non può pagarla, ciò è sostenuto dalla risoluzione dell'ONU per il diritto all'acqua del 28/07/2010 e da numerose sentenze, secondo cui la morosità dell'utente non è ragione sufficiente a soddisfare la sospensione della fornitura di acqua, in quanto in contrasto con l'articolo 2 della Costituzione.

A ciò si aggiunga che Girgenti Acque, non pagherebbe la TOSAP ai comuni e, di converso chiede ai cittadini di pagare tasse e servizi, illegali.

Per tali motivi oltre a rivolgersi all'Autorità Giudiziaria, ha rivolto una denuncia all'Autorità Garante Antitrust perché sia promosso un intervento ispettivo d'indagine.

Torna su
AgrigentoNotizie è in caricamento